Cartellino rosso, il Mamamia chiuso per 15 giorni: «Non ce l'aspettavamo e non sappiamo il motivo»

Cartellino rosso, il Mamamia chiuso per 15 giorni: «Non ce l'aspettavamo e non sappiamo il motivo»
Cartellino rosso, il Mamamia chiuso per 15 giorni: «Non ce l'aspettavamo e non sappiamo il motivo»
di Bianca Vichi
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Agosto 2021, 09:41

SENIGALLIA - Chiuso il Mamamia per 15 giorni. Il provvedimento è stato notificato ieri intorno alle 18 al titolare del locale di via Fiorini a Cesano. E’ stato proprio lo staff a comunicare nella sua pagina Facebook la chiusura. «Ci hanno appena comunicato che il Mamamia non potrà essere aperto per 15 giorni – riporta l’avviso ai clienti - In un periodo già particolarmente duro non ce lo aspettavamo, anche perché abbiamo sempre fatto il massimo nel rispetto di regole e normative! Ci rivediamo al Mamamia sabato 28 agosto». 

Incidenza, siamo al tetto dopo lo sbalzo di agosto. L'Iss inserisce le Marche tra le 18 regioni a rischio moderato. Ma si torna a morire di Covid

Il motivo

Il motivo non è noto nemmeno ai diretti interessati. «Non è stato precisato – spiega Francesco Sabbatini Rossetti, direttore del Mamamia – alle 18 abbiamo solo avuto la comunicazione che avremmo dovuto chiudere per quindici giorni. Sappiamo che stanno chiudendo tutte le discoteche della zona. Forse in via preventiva dopo il fatto del Miù ma non ne abbiamo certezza. Al Mamamia non è mai accaduto nulla». Gli unici episodi registrati sono avvenuti infatti all’esterno e poi ormai alcune settimane fa. C’è stato il caso del 20enne di Montemarciano volato dalla navetta in transito ma, come accertato dalla polizia stradale, non ha alcuna responsabilità l’autista. Un ragazzo dall’interno ha azionato la leva d’emergenza. 

Lo staff

La stessa sera prima della partenza della navetta c’era stata una rissa davanti alla stazione. Episodi che avevano indotto la ditta che fornisce il servizio, in accordo con la direzione della discoteca, a sospenderlo. Non era infatti ancora stato riattivato. C’era stata poi l’aggressione di tre turisti di Gubbio in via Fiorini, quindi nella strada del Mamamia ma non all’interno. Tre ragazzi feriti per futili motivi a cui avevano danneggiato anche la macchina. L’impressione avuta dallo staff del locale è che, per evitare eventuali problemi per Ferragosto, stiano chiudendo tutte le discoteche dopo il grave episodio avvenuto all’alba di domenica a Marotta. Sono stati chiusi negli ultimi giorni anche la Baia Imperiale di Gabicce e il Pascià di Riccione. Nella riviera romagnola anche altre due discoteche sono state fermate. Locali da ballo dove in realtà non si balla perché ancora non è consentito. Il Mamamia si era organizzato per ieri sera e per Ferragosto con il bar all’aperto e la musica da ascoltare. Tutto annullato non potendo fare diversamente. Una decisione che considerano penalizzante in un periodo in cui avevano appena iniziato a lavorare ma solo con il bar. I fatti di Marotta hanno portato però a intervenire maggiormente sulla prevenzione e per motivi si sicurezza sono state disposta varie chiusure tra lui il locale di Cesano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA