Il centro è vivo, dalla boutique al laboratorio artigianale: in tre mesi aperti 32 nuovi negozi in città

Sabato 17 Aprile 2021 di Sabrina Marinelli
Il centro è vivo, dalla boutique al laboratorio artigianale: in tre mesi aperti 32 nuovi negozi in città

SENIGALLIA  - Nonostante la crisi Covid hanno aperto dall’inizio dell’anno 32 attività in città, diverse in centro storico. Tra le più recenti aperture c’è la boutique Midiè in via Arsilli, operativa dall’8 aprile. In via Marchetti taglio del nastro stamattina per Biostorie Senigallia, progetto firmato “La Saponaria”, laboratorio artigianale di cosmetici biologici già presente a Pesaro e noto nel panorama della cosmesi ecobio italiana. Si trova al posto dell’ex negozio di abbigliamento Corium. E altro ancora.

LEGGI ANCHE:

Cirri non verrà a Senigallia, CaterRaduno in bilico: manca lo sponsor e anche altri nodi da sciogliere

 

Sul corso 2 Giugno il posto di Calliope, che si è spostata in via Abbagnano nel quartiere commerciale, lo prenderà Kasanova. Il franchising che vende articoli per la casa ha già annunciato il suo arrivo nelle quattro vetrine, dove campeggia la gigantografia della cuoca Benedetta Rossi, sua testimonial. 

Su Corso 2 Giugno è in arrivo anche un nuovo negozio di scarpe: Laccio Senigallia. Tra tanti negozi che chiudono ce ne sono altri che aprono. «C’è un forte interesse per la città e questo è positivo, soprattutto in un periodo di crisi come questo – spiega Alan Canestrari, assessore alle Attività produttive -, è il momento giusto per investire perché ci sono molte agevolazioni a vari livelli. Penso solo agli ultimi bandi regionali ed è l’occasione per fare un salto di qualità». Molti anche i consorzi nuovi in spiaggia, tra bar e stabilimenti balneari che decidono di unire i servizi, e i restyling degli stabilimenti.

«Ringrazio quanti stanno investendo – prosegue l’assessore - e da parte nostra troveranno sempre massima collaborazione. In tutti i modi cerchiamo di velocizzare le pratiche, per evitare che rimangano ferme dei mesi inutilmente, e consentire loro di lavorare». Il Comune ha inoltre prorogato fino al 31 maggio l’accesso gratuito nella Ztl per le attività che effettuano consegne a domicilio nel settore della ristorazione e sta elaborando una serie di incentivi, per tutte, per poterle aiutare ad affrontare il periodo critico. «Dall’inizio dell’anno hanno aperto 32 nuove attività – conclude l’assessore Canestrari – solo una parte in centro ma è un buon segnale. Presto arriverà anche un fondo che stiamo definendo per agevolarle in questo momento critico». Tra le novità sul Corso principale c’è stato anche il passaggio del testimone tra il Caffè del Corso, acquisito dal Pasquini Coffee Wine Bar che aprirà a maggio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA