Cade dalla navetta per la discoteca, ragazzo trovato a terra pieno di sangue

Lunedì 26 Luglio 2021 di Sabrina Marinelli
Cade dalla navetta per la discoteca, ragazzo trovato a terra pieno di sangue

SENIGALLIA  - Choc a Cesano sabato sera dove un ragazzo è caduto dalla navetta, diretta al Mamamia, mentre stava facendo manovra intorno alla rotatoria tra la Statale e Strada della Bruciata. I soccorritori del 118 l’hanno trovato a terra sanguinante. Era circa mezzanotte.

 

Alcuni giovani dalla navetta hanno dato l’allarme e il mezzo si è subito fermato. Il ragazzo, cosciente, è stato portato al Pronto soccorso. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia stradale di Senigallia. Un episodio che, per fortuna, non ha avuto drammatiche conseguenze ma resta grave. 


La Stradale vuole fare chiarezza per capire come sia possibile che una persona cada da un pullman in transito. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze e stanno indagando. Alla stazione sono stati segnalati spintoni tra i ragazzi per salire sulla navetta e qualche litigio. Una nottata movimentata sulla spiaggia di velluto invasa da ubriachi e teppisti. Negli ultimi giorni è stato un continuo di vandali, come spiega il presidente della Sib Confcommercio Claudio Pompei. «Da me hanno tagliato alcuni lettini, altri bruciati e hanno bruciato anche gli ombrelloni – spiega – dal vicino hanno rotto un ombrellone. Le associazioni di categoria collaborano con la Giunta nel trovare soluzioni. I controlli sono concentrati in un tratto di lungomare, abbiamo bisogno di una presenza sull’arenile per far rispettare l’ordinanza che vieta l’accesso dopo la mezzanotte».

Controlli in spiaggia li invoca anche Confartigianato balneari tramite il referente Giacomo Cicconi Massi, che aggiunge: «Gli operatori tra la Rotonda e Ponterosso sono in uno stato di frustrazione, si sono trovati il solito spettacolo indecente. Servono controlli e sanzioni. Non bastano più le vigilanze private per fermare queste orde di ragazzi che invadono le spiagge. Scorribande continue, bottiglie di vetro, attrezzature rotte, non va bene. Gli operatori hanno solo obblighi: distanze, mascherine, green pass ma nessuno che dia loro una mano per far rispettare un’ordinanza. Non se ne può più e non è giusto. Il problema va risolto. Auspichiamo un aiuto dalle forze dell’ordine e dalla nostra Amministrazione, non si possono controllare solo i divieti di sosta». Eppure sabato sera è stato svolto un servizio capillare che ha visto scendere in campo, insieme alla polizia, ai carabinieri e ai vigili anche la guardia di finanza. 


Nella serata grandi disagi li ha creati soprattutto il traffico poi però, nel cuore della notte, la spiaggia è stata invasa. Le attività serali, che hanno funzionato, sono state disposte dal Questore di Ancona alla luce di quanto emerso nel corso del comitato per la sicurezza. Sono state rivolte al centro cittadino e al lungomare, dove tante persone erano presenti, e nel villaggio della manifestazione dei Deejay XMasters dove si è tenuto un concerto musicale. Durante la serata ci sono state alcune segnalazioni di schiamazzi da parte di giovani sul lungomare, dove sono intervenuti gli equipaggi riportando la situazione nella norma.

 

Ultimo aggiornamento: 15:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA