Senigallia, c'è un batterio in vasca
La piscina delle Saline è ancora chiusa

Batterio in vasca
La piscina delle Saline
è ancora chiusa
SENIGALLIA - Piscina delle Saline chiusa da venerdì scorso a causa del batterio delle feci trovato nella vasca grande. Tracce di escherichia coli sono state rinvenute nel corso di un controllo a campione eseguito dall’Asur. Appena arrivata la risposta delle analisi l’azienda sanitaria ne ha vietato l’utilizzo. «Tracce minime – spiega il dottore Lamberto Farroni, responsabile dell’igiene e sicurezza degli ambienti di vita – quindi il provvedimento è stato adottato in via precauzionale. I rischi sarebbero stati davvero minimi. Non appena saranno ripristinati i valori idonei l’attività potrà riprendere». Il batterio sarebbe stato diffuso in acqua da un utente.

«I controlli vengono eseguiti da noi periodicamente – prosegue il dottore – non era mai successo qui ma li facciamo proprio perché potrebbe capitare. Ad ogni modo i valori non idonei sono stati riscontrati solo nella vasca grande e non in quella piccola, frequentata dai bambini». Il Comune ha deciso di chiudere tutto l’impianto. Per riaprirlo sarà necessario l’esito positivo di nuovi esami che sono stati nel frattempo eseguiti. Nessuno da venerdì, quando è stato riscontrato il batterio, si è sentito male. Non c’è stato alcun ricovero relativo ad una infezione da escherichia coli nemmeno nei giorni precedenti. Il batterio è pericoloso per l’intestino e ciò accade solo se entra nell’organismo. In questo caso sarebbe accaduto solo se l’acqua fosse stata ingerita. Per contatto con la pelle è innocuo. Ciò spiega perché gli altri utenti, presenti in vasca nel momento della involontaria contaminazione, non abbiamo avuto conseguenze, compreso il responsabile.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 13 Giugno 2018, 08:20 - Ultimo aggiornamento: 13-06-2018 08:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO