Appoggia lo zainetto nel cestino della bici, bambina derubata fuori dalla scuola

Giovedì 22 Ottobre 2020

SENIGALLIA - Rubato lo zainetto di una bambina fuori dalla scuola Pascoli. Il fatto è accaduto martedì mattina in pieno centro storico. La bimba l’aveva appoggiato all’interno del cestino della bicicletta.

 

E’ stato il padre ad informare dell’accaduto lanciando un appello martedì sera su Facebook. All’interno non c’erano oggetti di valore ma solo abbigliamento sportivo dell’alunna. Non è la prima volta che avvengono furti, diversi di biciclette ne sono accaduti anche vicino alla scuola Fagnani, sempre in centro. Di notte sono sparite anche le piante dai vasi. Da qualche mese fanno sapere i commercianti che in centro storico girano e bivaccano, a tutte le ore, ubriachi e tossicodipendenti che spesso dormono anche sulle panchine. «Oltre ai vandali – lamenta un’esercente – ci sono barboni ubriachi e tossici che si accampano sulle panchine soprattutto tra via Fagnani e via Cavour e spesso la mattina ci tocca pulire anche i loro bisogni che li fanno per strada. Non è un problema di oggi ma siccome finora non è stato fatto nulla, ci aspettiamo una maggiore collaborazione da parte della nuova Amministrazione perché poi sono gli stessi che vivono di espedienti, rubando». Alcuni si trovano davanti alla chiesa della Croce di via Fagnani, dove chiedono soldi ai passanti o a quanti entrano al suo interno. Tra vandali e sbandati il centro storico ha bisogno di una maggiore attenzione che il sindaco Massimo Olivetti ha già annunciato di voler garantire, chiedendo intanto una presenza più costante della polizia locale in centro storico, in attesa di poter incrementare il servizio di videosorveglianza. I soldi necessari dovranno essere infatti individuati nel prossimo bilancio. «Senigallia è piena di barboni ubriachi – aggiunge un’altra commerciante – come la signora che si aggira tra il Corso e il Comune importunando gente e rubando oggetti, oppure la signora che di notte ruba le piante dalle fioriere, oppure quelli ubriachi e molesti che dormono sulle panchine lasciandoci escrementi, entrando nei negozi tutti sporchi e spaventando spesso la clientela. Sono mesi che va avanti questa situazione». Proseguono invece i furti di bicicletta in ogni parte della città. L’ultimo è avvenuto ai danni di un ragazzino al luna park allestito all’ex Villa Torlonia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA