Ventenne trovato con l'hashish e i proventi dello spaccio: la serata finisce con le manette

Ventenne trovato con l'hashish e i proventi dello spaccio: la serata finisce con le manette
Ventenne trovato con l'hashish e i proventi dello spaccio: la serata finisce con le manette
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 16:32

SENIGALLIA - Ancora una significativa attività, da parte della Polizia di Senigallia, nel contrasto alle attività illecite collegate allo spaccio ed alla detenzione di sostanze stupefacenti che con l’avvio della bella stagione tendono ad aumentare in concomitanza con l’aumento della popolazione, specie giovanile, presente in città

Nella serata di ieri, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato notavano un veicolo transitare in una zona del centro dove poco prima era presente un giovane assuntore di stupefacenti, gli agenti si insospettivano e, con l’ausilio di ulteriori equipaggi della Polizia intervenuti nel frattempo, avviavano un’attività di perlustrazione in tutta l’area circostante fintanto che, dopo poco, consentivano di rintracciare il veicolo che veniva raggiunto e bloccato.

Alla guida veniva trovato un giovane 20enne, originario dell’entroterra, che fin da subito appariva agitato. I poliziotti, dopo averlo identificato, approfondivano il controllo e questi veniva trovato in possesso di diversi involucri risultati contenere sostanza stupefacente del tipo hashish. Inoltre il giovane, a riprova del fatto che avesse in atto un’attività di spaccio, veniva trovato in possesso di specifico materiale idoneo al confezionamento, nonché di diverse centinaia di euro che egli riferiva essere guadagni della sua attività lavorativa.

Gli agenti, dunque, alla luce quanto accertato, considerato il quantitativo e tutto il materiale rinvenuto, che veniva sottoposto a sequestro, ritenendo che il soggetto stesse illecitamente detenendo la sostanza stupefacente, per una successiva attività di spaccio, dichiaravano il giovane in stato di arresto.

Questi veniva messo a disposizione dell’AG che ne disponeva la sottoposizione agli arresti domiciliari. Nella giornata odierna, l’arrestato veniva condotto davanti al Giudice che convalidava l’arresto operato dalla Polizia e, di seguito al giudizio, applicava la pena pari a mesi nove di reclusione e euro 800 di multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA