Senigallia, sampietrini trappola per un'aziana. Dopo la caduta e le fratture al naso chiede il risarcimento al Comune

Sabato 6 Marzo 2021
Donna caduta a causa dei sampietrini

SENIGALLIA - Ha chiesto i danni al Comune una 80enne senigalliese, inciampata in una buca creata da un sampietrino sconnesso. Cadendo a terra si è fratturata il setto nasale. L’infortunio è avvenuto il 29 gennaio in via Gherardi davanti alla Chiesa della Croce, poco distante da Corso 2 Giugno dove ad ottobre era inciampata, ferendosi, anche una vigilessa.

 

 

Erano le 10 quando la pensionata, camminando, ha inavvertitamente messo il piede nella piccola buca, creatasi a causa del distacco di un cubetto di porfido e, pur calzando scarpe basse e aderenti, ha perso l’equilibrio finendo a terra. Per soccorrerla è dovuta intervenire un’ambulanza del 118, che l’ha condotta per le cure del caso in ospedale. La donna ha riportato un trauma cranico-facciale con la rottura delle ossa nasali, più vasti ematomi agli zigomi, per una prognosi di un mese. Con molta probabilità dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico per correggere il setto nasale deviato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA