Senigallia, a spasso sulla complanare
invece che a scuola: multati i genitori

Sabato 9 Febbraio 2019 di Raoul Mancinelli
Senigallia, a spasso sulla complanare invece che a scuola: multati i genitori

SENIGALLIA-  Sedicenni a piedi in complanare e la multa arriverà ai genitori. È accaduto ieri mattina generando non poca apprensione tra gli automobilisti che si trovavano a transitare. La complanare, essendo una strada extraurbana a scorrimento veloce, è vietata ai pedoni. Neppure i ciclisti possono entrare, figuriamoci chi è a piedi non essendoci nemmeno un marciapiede di protezione. Le prime segnalazioni sono arrivate alla polizia locale intorno alle 9.50. Testimoni hanno visto i due giovani, un ragazzo e una ragazza residenti nell’hinterland senigalliese, imboccare la bretella nord da via Bruno, poco lontano dal ccampus scolastico, verso le 9.30. A scuola è probabile che non ci siano nemmeno andati.
  
Gli automobilisti, preoccupati per la loro incolumità, hanno chiesto aiuto alla polizia locale che ha disposto l’invio d’urgenza di una pattuglia. I vigili li hanno raggiunti in prossimità della Cesanella, quasi alla fine della complanare. Azionando i lampeggianti, per segnalare agli automobilisti in transito la situazione di pericolo, hanno raggiunto i ragazzi e li hanno fatti salire nell’auto di servizio. Sono stati scortati fuori dove non avrebbero corso alcun rischio. Sono stati identificati.
Entrambi nati nel 2012 ma ancora 16enni e residenti in un comune dell’hinterland. I genitori dovranno pagare la multa per il divieto di accesso dei pedoni in complanare. Forse scopriranno anche che i due giovani, pur avendo ancora gli zainetti in spalla, non erano seduti dietro un banco come loro li immaginavano ma stavano camminando sulla complanare rischiando di venire investiti da qualche veicolo.
Con gli agenti che li hanno fermati si sono giustificati dicendo che avevano un motorino ma si era rotto. Dovendo recarsi verso Cesano, per fare prima, avevano imboccato la bretella nord della complanare entrando dal casello di via Bruno. Hanno percorso diversi chilometri prima di essere fermati. La loro passeggiata in complanare si è conclusa intorno alle 10 quando sono stati scortati fuori dai vigili urbani. Un’avventura da incoscienti di cui dovranno rispondere i genitori, essendo loro minorenni. In passato era già capitato di vedere ciclisti abusivi in complanare. Non ragazzini ma gente adulta ben consapevole del divieto e dei rischi che avrebbe corso. Pedoni mai prima di ieri erano stati segnalati alle autorità per richiederne un intervento. L’avvistamento dei ragazzini ha suscitato scalpore e dibattito anche sui social, pur ignorando l’epilogo di una vicenda che si è conclusa senza conseguenze per i due 16enni e con un paio di multe da pagare per i rispettivi genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA