Macedoni in trasferta da Roma per derubare gli alluvionati di Sassoferrato: presa banda di sciacalli

Macedoni in trasferta da Roma per derubare gli alluvionati di Sassoferrato: presa banda di sciacalli
Macedoni in trasferta da Roma per derubare gli alluvionati di Sassoferrato: presa banda di sciacalli
2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Ottobre 2022, 16:17

SASSOFERRATO - Auto sospetta in via Cagli di Sassoferrato, dove l’alluvione ha creato tanti danni e ancora oggi ci sono case inagibili e sfollati. Grazie alla chiamata tempestiva dei residenti, la pattuglia del Radiomobile dei carabinieri, già in zona per i controlli contro i furti, ha potuto fermare possibili sciacalli, pluripregiudicati, in azione in una delle zone più colpite dal maltempo del mese scorso. L’intervento dei carabinieri della Compagnia di Fabriano, nel primo pomeriggio, ha evitato un nuovo raid predatorio.

 

Allarme infortuni sul lavoro: 20 morti da gennaio nelle Marche. Lunedì sciopero e corteo

Lungo la via c’era una banda che girava, con fare sospetto, che andava a bassa velocità e si guardava costantemente intorno. A bordo dell’auto c’erano tre uomini e una donna, tutti di origine macedone, residenti a Roma, di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Circolavano con una macchina di grossa cilindrata quando sono stati fermati dalla pattuglia dell’Arma e identificati. La banda, è emerso, era composta esclusivamente da pluripregiudicati con gravissimi reati contro il patrimonio ed è stata fermata prima di eventuali furti. L’autista non aveva mai conseguito la patente: a lui è stata elevata una contravvenzione da 5.100 euro. Tutti sono stati perquisiti in caserma, stessa sorte toccata alla macchina. Per tutti è stato disposto il foglio di via obbligatorio da Sassoferrato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA