Trappole alla stricnina in strada
Cuccioli di cane morti avvelenati

Sabato 5 Agosto 2017
ROSORA -  Allarme cani avvelenati. Da qualche giorno nel capoluogo regna la paura per il sinistro rinvenimento di salsiccette alla stricnina. Il potente veleno, arrivato nello stomaco dell’animale, ne provoca la morte immediata. E doveva saperlo bene chi lo ha infilato dentro le salsiccette, disseminate per il centro, nelle campagne e in alcuni casi, anche lanciate dentro ai cortili di alcune abitazioni. Si sono registrati quattro decessi di altrettanti cuccioli, tutti riconducibili alla stessa causa: avvelenamento.

L’ultimo mercoledì, quando un cittadino tedesco ha trovato il suo cane agonizzante con i sintomi tipici da avvelenamento mortale. Ogni tentativo di salvarlo e di far intervenire il veterinario si è rivelato inutile contro l’effetto di questo temibile veleno, che un tempo era venduto sotto forma di pesticida per combattere topi, talpe e ratti ma che oggi non si trova più in commercio al dettaglio. I residenti di Rosora sono in allarme, temono che qualcuno si diverta ad avvelenare i cani e farli morire di stenti e di dolore. Ma perchè? Ne è stato interessato il sindaco Fausto Sassi. «A chi si è rivolto a me segnalando l’avvelenamento del proprio cane ho suggerito di sporgere denuncia ai Carabinieri contro ignoti – ci spiega – ho già avvisato il comandante della Polizia locale dell’Unione dei Comuni di Moie, il quale mi ha garantito che saranno predisposti controlli mirati. Anche questa mattina (ieri per chi legge, ndr.) ho notato la pattuglia dei vigili perlustrare il paese e parlare con alcune persone». © RIPRODUZIONE RISERVATA