Prende male le misure, l’auto finisce
in trappola: conducente distratto

Lunedì 3 Giugno 2019
Prende male le misure, l’auto finisce in trappola: conducente distratto

FABRIANO - Percorreva, con la sua auto, una Ds di grossa cilindrata, vicolo Balbo, a due passi dalla chiesa monumentale di San Benedetto, nel centro storico di Fabriano, quando qualcosa è andato storto. Protagonista un 45enne residente in città, ma originario dell’America, che, sabato notte alle 3, ha imboccato il vicolo non rendendosi conto che era troppo stretto. 

Sono stati attimi di paura: prima ha danneggiato alcune fioriere posizionate in prossimità dei portoni delle abitazioni, poi un tubo dell’acqua ed è rimasto incastrato. Per uscire da quella piccola strada ha dovuto chiamare i vigili del fuoco del distaccamento di Fabriano. Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri della città che ha disposto le analisi al Pronto soccorso dell’ospedale Profili. 

I pompieri hanno lavorato circa un’ora per permettere all’auto, una Ds della Citroen, di tornare sulla strada normale. I vicini, sentiti strani rumori, si sono affacciati, spaventati, alla finestra, e hanno visto la macchina bloccata nel vicolo. Non è la prima volta che accadono episodi del genere nelle stradine del centro storico di Fabriano. «Bisognerebbe obbligare, soprattutto di notte, gli automobilisti a non percorrere certe strade che si trovano nella parte più antica della città viste le piccole dimensioni della carreggiata», rimarcano alcuni residenti. 

Da tempo si lamenta e chiede più controlli chi abita in questa zona situata tra il Museo della Carta e Corso della Repubblica, soprattutto nel fine settimana quando in tanti si radunano nei luoghi della movida, nel cuore di Fabriano. Da settimane, intanto, sono stati potenziati i controlli da parte delle forze dell’ordine. I carabinieri, in particolare, hanno effettuato una serie di appostamenti in centro e hanno sanzionato con una contravvenzione 7 giovani di circa 20 anni per ubriachezza molesta. 

Sono persone che giravano, di notte, a piedi, dopo aver alzato troppo il gomito. Un caso analogo è avvenuto anche in via Dante. Gli agenti del commissariato, invece, hanno effettuato una serie di accertamenti di tipo amministrativo a nove locali della città senza riscontrare irregolarità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA