A Portonovo tutti a caccia del mosciolo introvabile: file fuori dalla Cooperativa Pescatori

A Portonovo tutti a caccia del mosciolo introvabile: file fuori dalla Cooperativa Pescatori
A Portonovo tutti a caccia del mosciolo introvabile: file fuori dalla Cooperativa Pescatori
di Roberto Senigalliesi
2 Minuti di Lettura
Domenica 28 Agosto 2022, 06:20

ANCONA - Tutti in fila alla Cooperativa Pescatori di Portonovo per acquistare l’introvabile mosciolo selvatico. Non si attenua la voglia di gustare il mitile brand della baia, presidio Slow Food, e anzi la notizia dei giorni scorsi sul quantitativo oramai limitato che ha costretto la Cooperativa ad annullare la vendita ai ristoranti ha scatenato la corsa all’acquisto delle ultime quantità disponibili (a 5 euro al chilo) da parte di tanti anconetani e anche qualche turista. 

 
Le richieste 


Sin dalle prime ore del mattino il telefono della Cooperativa è tempestato di richieste di prenotazione. E dopo le 10 la fila di persone in attesa si allunga sempre più, in attesa che arrivi a terra Massimo Mengarelli, l’ultimo dei pescatori rimasti (le altre due barche hanno smesso da giorni) con il suo fido marinaio Federico per i rifornimenti. Mengarelli, addirittura, proprio per accontentare tutti i clienti effettua due pescate al giorno, sin dalle 4 della mattina. La pesca proseguirà anche nei prossimi giorni - meteo permettendo - ma sicuramente non si protrarrà fino a metà ottobre (come sarebbe consentito) in quanto ormai la raccolta è agli sgoccioli e si vuole preservare la qualità per il prossimo anno, come testimonia lo stop alla vendita ai ristoranti: i moscioli di Portonovo, infatti, quest’anno sono piccoli e particolarmente difficili da trovare, a causa delle temperature elevate dell’acqua e delle scarse precipitazioni in un’estate mai così siccitosa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA