Dramma nella notte: va a dormire e non si risveglia più. Addio Yasmine, stroncata da un malore a soli 20 anni

Lunedì 30 Novembre 2020
Yasmine Wahbi aveva 20 anni

MONTE ROBERTO – E' andata a dormire e non si è più risvegliata. Un dramma ha sconvolto la Vallesina. Nella notte è morta una ragazza di soli 20 anni, Yasmine Wahbi: era la figlia di Youssef Wahbi, ex presidente del Centro culturale islamico di Jesi. E' stata proprio la famiglia, molto integrata nel tessuto sociale jesino, a darne la notizia: «Nostra figlia è morta, pregate per lei con misericordia e perdono. Ciao Amore di papà».

 

Sembra che da qualche giorno Yasmine soffrisse di forti mal di testa. Nulla, però, da far pensare a una tragedia simile. Sarebbe morta nel sonno per un'emorragia cerebrale, nella sua abitazione di Pianello Vallesina, nel Comune di Monte Roberto. La ventenne era entrata a far parte della Protezione Civile. Il sindaco Massimo Bacci la ricorda con affetto su Facebook: «Una bruttissima notizia la scomparsa di Yasmine, figlia di Youssef, per lunghi anni presidente del Centro culturale islamico di Jesi, persona tanto straordinaria lui per aver lavorato sempre ad una piena integrazione dei migranti in città, quanto giovanissima e brillante la figlia, già impegnata nell'associazionismo e nella Protezione civile cittadina. Alla famiglia il nostro più sentito cordoglio».

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA