Marche devastate dall'alluvione, il premier Draghi a Ostra e Pianello: «Vicino a chi ha subito lutti, feriti e case o aziende distrutte»

Marche devastate dall'alluvione, il premier Draghi è arrivato nelle Marche. Guarda il video
Marche devastate dall'alluvione, il premier Draghi è arrivato nelle Marche. Guarda il video
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 22:12

OSTRA - Il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio era presente nelle zone dell'apocalisse marchigiano già dalla prima mattina («Ci sono stati momenti di vero terrore»), il presidente del Consiglio Mario Draghi è invece arrivato nelle Marche, ad Ostra, poco prima delle 19, per visitare i territori colpiti dal maltempo e presiedere alle riunioni operative con il coordinamento dei soccorsi e con le le autorità locali. Importante anche la sua vicinanza ai marchigiani in questo momento di dolore e devastazione.

«Ricostruiremo questi territori senza risparmiarci»

«È un disastro. Faremo tutto il possibile - ha spiegato da Pianello di Ostra, in provincia di Ancona, il presidente Draghi -. Vi abbracciamo tutti, vi siamo vicini e contate su di noi. La mia presenza qui? Anche per stare vicino e portare la mia solidarietà alle persone che hanno subito lutti, agli sfollati, ai feriti. Sul lutto le parole servono a poco. Abbiamo già stanziato 5 milioni di euro. Ma è solo l'inizio. L'ho assicurato al presidente Acquaroli e ai sindaci. Ricostruiremo questi territori. Serve la sicurezza dell'ambiente, serve lavorare contro il rischio idrogeologico diffuso con prevenzione, investimenti, infrastutture e affrontare il cambiamento climatico: è la base per riprendere la vita sociale e produttiva. Ci sono esigenze pratiche: ripulire, riavviare le attività, ricostruire le case, riaprire le scuole. Il governo non si risparmierà»

Il premier ha rimarcato: «Ho sentito le testimonianza dei sindaci dei paesi colpiti, testimonianze profonde che commuovono e lasciano un messaggio che lasciano un messaggio che porto io e trasmetterò al resto del governo»

Le parole del premier Draghi a Ostra

Deliberato lo stato di emergenza

Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza per l’alluvione nelle Marche. Previsti, subito, 5 milioni di euro per gli aiuti iniziali. «Ho parlato con Acquaroli - ha detto il premier Mario Draghi - Ringrazio la protezione civile e le autorità locali e i sindaci delle zone colpite che sono i protagonisti in prima persona della presenza dello Stato. Ringrazio anche tutti i soccorritori. Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato d'emergenza con lo stanziamento di 5 milioni per i primi aiuti». 

Acquaroli: «Lavoriamo per evitare un altro evento simile»

«Ci stiamo preparando - ha spiegato il governatore Acquaroli - l'allerta e la costituzione di una filiera, cercando, speriamo, di scongiurare un evento come quello di ieri, che in alcune parti del territorio è arrivato ad una precipitazione di 400 millimetri d'acqua in pochissime ore. Se pensiamo che di solito in un anno cadono 1.200 millimetri voi capite che parliamo di 400 litri a metro quadrato. Per gli sfollati stiamo predisponendo strutture»

© RIPRODUZIONE RISERVATA