Salti con selfie sulle auto della polizia ad Osimo: arriva il Daspo per 4 vandali ventenni

Salti con selfie sulle auto della polizia: arriva il Daspo per 4 vandali ventenni
Salti con selfie sulle auto della polizia: arriva il Daspo per 4 vandali ventenni
di Giacomo Quattrini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Settembre 2022, 03:25

OSIMO  - Una gang talmente disinvolta e scatenata da vandalizzare le auto della polizia parcheggiate davanti al commissariato di piazza Marconi. Forse i bulli erano ignari di ciò che avrebbero rischiato, oppure sono particolarmente sfrontati. E’ così che si spiega ciò che avvenuto a fine giugno - ma è emerso solo ieri - quando il questore Cesare Capocasa ha emesso quattro Daspo urbani. Il provvedimento ha colpito quattro ventenni residenti a Osimo, di origini nordafricana, già noti alle forze dell’ordine. 

 
I fatti
In piena notte, lo scorso 26 giugno, per provare il brivido del proibito, quasi a sfidare le autorità di pubblica sicurezza che da mesi avevano avviato i controlli congiunti in centro proprio per limitare gli eccessi della movida, si sono divertiti a prendere di mira le auto di servizio del commissariato. I veicoli si trovavano negli spazi riservati in piazza Marconi, nell’angolo tra il teatro e gli uffici della Polizia di Stato, e nonostante ciò i quattro bulli si sono avvicinati e ci sono saltati sopra, scuotendoli con violenza, fino a che, danneggiandoli, hanno fatto scattare gli allarmi.

Sprezzanti e senza alcun rispetto per il bene di pubblica utilità, uno della banda ha appoggiato una bottiglia di birra sul cofano ed è salito in piedi sul parabrezza. Gli altri, invece, anche loro con atteggiamento goliardico e di sfida, si sono messi in posa per scattarsi foto e fare dei video, da far circolare nelle chat di amici o per stories sui social che dopo 24 ore si cancellano. Si sono allontanati solo dopo essere stati redarguiti dal piantone del commissariato che aveva assistito alla scena dai monitor del sistema di videosorveglianza presenti nella sala operativa. 


Tuttavia, imperterriti e senza scrupoli, gli stessi ragazzi circa due ore dopo, non paghi della bravata e del rischio corso, hanno concesso il bis. Sono tornati in piazza Marconi e uno di loro è saltato nuovamente sul cofano dell’auto della polizia facendosi fotografare dagli amici. Un altro giovane del gruppo si è avvicinato ad una seconda auto di servizio parcheggiata accanto, e ne ha scosso violentemente il cofano posteriore. A quel punto il poliziotto è intervenuto con veemenza per fermarli, ma i giovani, quattro contro uno, sono scappati definitivamente. Il commissariato, grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, è riuscito comunque a identificare gli autori del blitz vandalico, alcuni con precedenti anche per droga, e li ha deferiti alla Procura di Ancona per i reati di danneggiamento e vilipendio nei confronti delle Forze armate.

In attesa del procedimento penale, il questore Capocasa, valutato il comportamento criminale e irrispettoso, ha disposto l’emissione nei loro confronti di quattro Daspo, su istruttoria della Divisione Anticrimine diretta dal vicequestore Marina Pepe. I giovani non potranno accedere a pubblici esercizi o locali di trattenimento che si trovano nel centro di Osimo, in particolare in piazza Marconi e corso Mazzini, con divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA