Veterinario trovato morto lungo la strada
​Sul corpo ferite di un'arma da taglio

Veterinario trovato morto lungo la strada Sul corpo ferite di un'arma da taglio
3 Minuti di Lettura
Domenica 21 Maggio 2017, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 08:07

OSIMO - Giallo a Osimo. Una persona è stata trovata morta in uno spiazzo a ridosso di un piccolo canneto lungo via Chiaravallese, tra Polverigi e Osimo. La vittima è un veterinario, Olindo Pinciaroli, 54 anni, originario del Maceratese. A lato della strada è stato trovata parcheggiata infatti un'ambulanza veterinaria. Il corpo era vicino al furgone, in una specie di cunetta al lato della strada. Evidenti le ferite, pare procurate con un'arma da taglio. La prima ipotesi è che sia stato aggredito e forse accoltellato (l'origine delle ferite deve essere però ancora stabilita). Sul posto i carabinieri di Osimo e le ambulanze della Croce rossa e del 118. 

L'allarme è scattato attorno alle 10 di questa mattina, sul posto è arrivata anche un'eliambulanza. A quanto trapela l'uomo era diretto a una manifestazione di cavalli in Vallesina. L'uomo viaggiava con un giovane collaboratore sull'ambulanza veterinaria. A quanto pare sarebbe stato proprio il compagno di viaggio a chiamare il 118, sostenendo di essere stati aggrediti per rapina. L'uomo, un ascolano del '93, ricercato fin dal primo momento, è stato trovato poco distante, anche lui ferito.

L'INCHIESTA

Con il passare delle ore sembra trovare riscontro il racconto del giovane ferito e prende corpo l'ipotesi di un'aggressione finita con il morto. «Hanno affincato l'ambulanza con un'auto, sono scesi in quattro e ci hanno aggrediti» ha confermato il 24enne ascolano che collaborava con il veterinario. Ma non si escludono colpi di scena su dinamica e movente.

Libero professionista, Pinciaroli viveva a Montelupone, anche il domicilio risulta a Civitanova, e prestava consulenze presso studi medico-veterinari della zona. Fra le varie manifestazioni che aveva seguito, anche la sezione dedicata ai cavalli della Rassegna agricola del Centro Italia, a Macerata.

Sposato con Patrizia, una dentista, e padre di una bambina di 4 anni, Pinciaroli prestava la sua attività in tre ambulatori di Macerata, Sambucheto e Porto Potenza Picena. Curava anche un piccolo allevamento di cavalli in proprio. Era spesso consultato da circoli ippici, ma anche da privati.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA