Le prime delle elementari senza bambini: crollo di iscrizioni in Valmusone

Le prime delle elementari senza bambini: crollo di iscrizioni in Valmusone
Le prime delle elementari senza bambini: crollo di iscrizioni in Valmusone
di Giacomo Quattrini
4 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Febbraio 2022, 08:30

OSIMO - Emorragia di iscrizioni nelle prime elementari di tutta la Valmusone, tranne a Offagna e in Riviera del Conero. Dal tabulato del Ministero dell’Istruzione sulle matricole che a settembre inizieranno il loro percorso scolastico alle primarie, si evince chiaramente che il calo di nascite degli ultimi anni ha avuto ripercussioni impattanti anche sulla riorganizzazione delle classi. I dati non sono ancora definitivi, visto che in extremis qualche famiglia potrebbe cambiare idea o trasferirsi, ma risultano comunque più che attendibili già con il termine ultimo delle iscrizioni fissato lo scorso 6 febbraio. 

Il caso

Un caso su tutti risalta all’occhio, quello della elementare di San Biagio. Se l’anno scorso aveva 39 iscrizioni in prima elementare, a settembre se ne presenteranno la metà, appena 18, dunque una sezione persa: anche per questo, viste le proiezioni, il Comune ha frenato sul progetto della nuova scuola media. Stessa tendenza per la Bruno da Osimo di via Santa Lucia, l’unica scuola del centro storico, dove si passa da 42 a 26 iscritti. Calo vistoso anche alla Fornace Fagioli che scende da 63 a 54 e al Borgo che passa da 15 ad appena 10 iscritti in prima elementare. Stabili i plessi di Osimo Stazione (da 39 a 36 matricole), Passatempo (da 16 a 15), Casenuove (da 20 a 19) e alla Marta Russo (da 64 a 66). 
In controtendenza invece Padiglione che sale da 15 a 19 ma soprattutto Campocavallo da 20 a 28. Positivo è anche il trend di Offagna, dove la scuola rientra nell’Istituto comprensivo Caio Giulio Cesare di Osimo: in prima elementare i bambini saliranno da 17 a 21, drenando forse il vicino plesso di San Biagio. 

La Valmusone

Nel resto della Valmusone dati ugualmente sconfortanti come a Osimo si registrano a Camerano e Castelfidardo. Nel primo caso da 68 iscritti alla prima elementare di settembre 2021 si passerà a 50. Nella città della fisarmonica invece il caso più eclatante è a Cerretano, che scenderà da 23 a 14 iscritti, ma anche alle Mazzini e alle Soprani non si sorride: calano rispettivamente da 56 a 49 e da 68 a 63. Loreto regge invece ancora l’urto della denatalità: alle Marconi si scenderà da 50 a 47 iscritti alla prima elementare, ma alle Verdi si resterà a quota 39 mentre alle Collodi si salirà da 23 a 43. Sostanzialmente positiva, nella sua stabilità, anche la situazione in riviera. Numana passerà da 37 a 36 mentre Sirolo da 16 a 15. 

Le medie 

Alle scuole medie il calo di nascite non si farà ancora sentire in maniera pesante come alle elementari. Anzi, in alcuni casi il trend è di crescita e la perdita di classi arriverà tra qualche anno. Ad Osimo ad esempio le Bruno da Osimo passeranno da 94 a 122 iscritti nelle prime medie delle tre sedi: Osimo Stazione, San Biagio e le Krueger di piazzale Bellini. Va peggio invece al Caio Giulio Cesare, che nella sede principale di Osimo scenderebbe da 124 a 106 mentre a Offagna da 31 a 30, ed anche all’Istituto Trillini, che a sua volta al Borgo passa da 100 a 96 e soprattutto a Passatempo da 35 a 21, perdendo una sezione. Anche a Castelfidardo situazioni diverse tra istituti comprensivi: al Soprani si scenderà dai 113 del 2021 ai 97 del prossimo settembre, mentre al Mazzini si sale da 71 a 76. Alle medie di Camerano le matricole saranno 72 mentre l’anno scorso erano state 78. Infine a Sirolo (che comprende Numana), si registra il trend migliore della Valmusone, salendo da 41 a 60 iscritti in prima media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA