Osimo, ladri a casa del geometra leghista. «I carabinieri sono arrivati subito ma una pattuglia non basta»

Lunedì 4 Novembre 2019
Un altro colpo dei ladri a Osimo fa scoppiare la polemica sulla sicurezza
OSIMO - Ondata di furti ad Osimo. Per il secondo sabato di seguito i ladri sono entrati in azione nel tardo pomeriggio, ma questa volta non hanno colpito solo in residenze, come successo tra San Biagio e Sacra Famiglia lo scorso 26 ottobre. Nel mirino è finita anche la Bottega del carrozziere di via Molino Basso, nella zona sopra l’Eurospin.

Gli altri raid ladreschi, che non è detto siano stati compiuti dalla stessa banda, si sono registrati in via Cagiata, la strada che dai vigili del fuoco conduce a Campocavallo. Sarebbero state almeno quattro le abitazioni razziate. La prima, proprio vicino al distaccamento dei pompieri, è quella del geometra Paolo Giorgi, ex presidente della Croce Rossa di Osimo e candidato alle recenti comunali con la Lega.

La Lega, ha subito diffuso una nota nella quale torna a chiedere un «urgente intervento per dare un supporto alle forze dell’ordine che non possono controllare migliaia abitanti» e chiede che vengano «controllati tutti coloro che sono stati ospitati in città, senza i dovuti requisiti» perché «i quartieri sono terrorizzati». A replicare è il sindaco Pugnaloni che ricorda non solo il bando annuale sui contributi per l’acquisto di videosorveglianza privata, ma anche i 150mila euro investiti per quella pubblica, tra frazioni e capoluogo. © RIPRODUZIONE RISERVATA