Dipendente di un ristorante trovata dai carabinieri con la cocaina e i proventi dello spaccio: scattano le manette

Venerdì 17 Luglio 2020
Dipendente di un ristorante trovata dai carabinieri con la cocaina e i proventi dello spaccio: scattano le manette

OSIMO - Prosegue, incessante, l’impegno nel controllo preventivo del territorio in tutta la Val Musone e lungo la Riviera del Conero ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Osimo, con mirate attività di contrasto e prevenzione dei reati predatori, azioni antidroga e controllo alla circolazione stradale al fine di garantire e tutelare la sicurezza pubblica.


LEGGI ANCHE:

Operazione antidroga al porto: arrestati due trafficanti albanesi, sequestrato un kg di eroina e 43.000 euro in contanti

Nella decorsa nottata e fino alle prime ore di oggi, i Carabinieri della Compagnia di Osimo, coordinati nelle operazioni dal S.Ten. Almiento Luciano, hanno effettuato su tutto il territorio di competenza, controlli straordinari di sicurezza urbana e di contrasto allo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, con  l’impiego complessivo di 14 militari e 7 autoradio,  nonché l’ausilio di due unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pesaro, con cani  di razza pastore tedesco specializzati nella ricerca di sostanze stupefacenti.
 
A Sirolo i militari della locale Stazione, nel corso del controllo ad un noto ristorante del luogo, traevano in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio una donna di 28 anni, di Ancona, dipendente del ristorante, pregiudicata, trovata in possesso di 9,4 grammi di cocaina, suddivisa in 11 dosi, occultati nella propria borsa custodita sotto la cassa, nonché di € 270,00 provento dell’attività di spaccio, tutto sottoposto a sequestro.
La donna, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva posta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA