Scappano su un'auto rubata, inseguimento mozzafiato: due ragazzini stranieri presi dopo 20 chilometri. E volano anche i pugni

La Fiat Punto della fuga dei due ragazzini stranieri minorenni
La Fiat Punto della fuga dei due ragazzini stranieri minorenni
di Giacomo Quattrini
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Maggio 2021, 01:30 - Ultimo aggiornamento: 09:11

OSIMO - Li hanno inseguiti per oltre 20 chilometri ed alla fine, dopo averli rincorsi a piedi, sono riusciti a fermarli. Protagonisti di un inseguimento da film sabato scorso sono stati gli agenti della polizia locale, costretti ad arrivare da Osimo a Montecassiano per fermare un’auto che si era data alla fuga.

 

Sabato sul tardo pomeriggio una pattuglia della polizia locale di Osimo stava svolgendo un servizio di controllo nella periferia sud, tra rione Sacra Famiglia e Vescovara. Hanno visto transitare una utilitaria con a bordo dei ragazzi apparentemente stranieri molto giovani, che li fissavano quasi intimoriti. Gli agenti insospettiti hanno intimato loro di fermarsi, ma l’auto, una Fiat Punto, ha tirato dritto per via Recanati scendendo in direzione Campocavallo e da qui, attraversando con il rosso il semaforo di Padiglione, si è data ad una fuga spericolata verso Passatempo. 


Tuttavia non hanno fatto i conti con gli agenti della polizia locale osimana, che si sono messi ad inseguirli varcando anche il confine di competenza. Hanno dovuto accelerare, rischiando in più circostanze, pur di mantenere la scia dell’auto in fuga. Dopo aver superato Montefano, tra sbandate paurose, un ciclista sfiorato e clacson impazzati di automobilisti spaventati, i due ragazzi hanno interrotto la marcia nel centro di Montecassiano, all’altezza dell’arco che porta in piazza. Da qui, lasciata l’auto in mezzo all’incrocio tra la provinciale Septempedana e viale Giovanni XXXIII, con i residenti e gli avventori del bar che hanno assistito alla scena, sono scesi velocemente e hanno preso ognuno una direzione diversa, cercando di seminare a piedi gli agenti. Gli uomini della polizia locale non si sono demoralizzati e hanno proseguito l’inseguimento rincorrendoli per centinaia di metri, fino a che sono riusciti a fermarli. 


In un caso uno dei due agenti è stato coinvolto in una colluttazione, riportando contusioni. Alla fine è emerso che i due ragazzi erano entrambi 17enni e stranieri, residenti in zona, ed ora affidati dalla Procura minorile ad un centro di Macerata che si occupa di minorenni immigrati in guai giudiziari. In ausilio sono arrivati i carabinieri di Macearata e di Osimo. Da una prima ricostruzione, i due erano arrivati ad Osimo sabato pomeriggio, non è chiaro come e per quale motivo. Si sa che hanno rubato una Fiat Punto in zona Campocavallo, con la quale sono scappati verso Macerata una volta che la polizia locale ha cercato di fermarli per un controllo. I due 17enni sono stati deferiti per guida senza patente, resistenza a pubblico ufficiale e furto, con fermo sul quale si attende la convalida. «Un’operazione significativa da parte della polizia locale che –commenta l’assessore alla sicurezza Federica Gatto- ha intensificato i controlli e il pattugliamento territoriale, grazie anche alla strumentazione elettronica e le telecamere Ocr che permette di individuare mezzi privi di assicurazione, revisione o rubati»

© RIPRODUZIONE RISERVATA