Calci, sassate e mazzate, blitz contro il pulmino dell'Atletica Osimo: sospetti su un branco di baby vandali

Mercoledì 12 Maggio 2021 di Stefano Rispoli
Il pulmino dell'Atletica Osimo devastato dai vandali

OSIMO - L’hanno ridotto a un catorcio, preso a calci, sassate, mazzate, con una furia disumana. Hanno distrutto tutto: il parabrezza, i finestrini, i fanali. Chi sia stato è un mistero. Ma un sospetto c’è: dietro questo inquietante raid potrebbero nascondersi dei baby vandali.

 

 

Sì perché già nei giorni scorsi la vice presidente dell’Atletica Osimo aveva segnalato alle forze dell’ordine la presenza di ragazzini nell’area dell’ex ingrosso Violini, interdetta al pubblico. Qui, nei meandri della scuola media mai venuta alla luce, era parcheggiato il pulmino usato dall’associazione per accompagnare alle gare di atletica i propri ragazzi. Qualcuno nelle ultime ore si è divertito a devastarlo, provocando danni ingenti. 
«Al di là del valore commerciale, per noi il dolore morale è enorme - confessa Fabiola Dolcini, vice presidente dell’Atletica Osimo -. Ci stiamo tutti malissimo: un’associazione come la nostra fa tanti sacrifici per portare avanti l’attività e crescere i giovani, poi ecco cosa capita. Sì, penso proprio che a compiere questo ignobile gesto siano stati dei ragazzini. Già il 30 aprile avevo chiamato la polizia perché alcuni residenti mi avevano segnalato la presenza di adolescenti nella struttura, aggrappati alle finestre. E guarda caso quel giorno ho trovato un finestrino laterale del pulmino rotto». Avvisaglie di un raid che di lì a pochi giorni si sarebbe consumato in tutta la sua violenza. «Lasciavamo il nostro Fiat Daily all’ex Violini perché quella struttura era di mio padre e io avevo l’autorizzazione per parcheggiare lì - precisa la vice presidente Dolcini -. Dopo aver trovato il finestrino rotto, volevamo spostare il pulmino, ma aveva la batteria scarica, quindi ci siamo presi del tempo». I teppisti, invece, non hanno aspettato e l’hanno assaltato con una cattiveria inaudita. «Strano che nessuno abbia visto niente», sospira Fabiola. Il presidente dell’associazione, Adriano Malatini, sporgerà denuncia. «Solidarietà all’Atletica Osimo per il vile atto vandalico - ha scritto il sindaco Simone Pugnaloni su Facebook -. L’Amministrazione comunale condanna l’accaduto e vi è vicina». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA