Osimo, Ilaria Maiorano uccisa a botte di fronte alle figlie: ergastolo al marito Tarik El Ghaddassi

Ilaria Maiorano uccisa a botte di fronte alle figlie: ergastolo al marito Tarik El Ghaddassi
Ilaria Maiorano uccisa a botte di fronte alle figlie: ergastolo al marito Tarik El Ghaddassi
2 Minuti di Lettura
Martedì 11 Giugno 2024, 12:45 - Ultimo aggiornamento: 12:58

OSIMO - La Corte di Assise di Ancona ha condannato all'ergastolo Tarik El Ghaddassi, il 42enne marocchino accusato di aver massacrato di botte la moglie, Ilaria Maiorano, la notte dell’11 ottobre del 2022, nella loro casa di Padiglione di Osimo.

L'agonia

La 41enne aveva trovato la morte dopo una lenta agonia, causata dalla «furia omicida» (diceva la il procuratore aggiunto Valentina d’Agostino durante la richiesta di conanna) di Tarik, in carcere dal giorno del delitto. Era stato uno choc emorragico a causare il decesso di Ilaria. Il motivo del massacro? Lui era «malato di gelosia». Per il procuratore, «una gelosia totalmente ingiustificata» ma legata «alla volontà di controllo e supremazia nei confronti della moglie». Lui «la picchiava abitualmente» ma Ilaria non aveva mai sporto denuncia contro il marito che, tra l’altro, all’epoca dei fatti era in detenzione domiciliare dopo una condanna rimediata per violenza sessuale nei confronti di un’altra donna. Il procuratore aveva chiesto anche il riconoscimento di tutte le aggravanti contestate, tra cui la crudeltà, i maltrattamenti e la presenza delle figlie in casa al momento del delitto. Le bambine, che avevano 5 e 8 anni, «hanno assistito allo scempio del padre». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA