Osimo, preso il truffatore del gas:
in tasca una lista con 70 "bersagli"

Preso il truffatore del gas:
in tasca aveva una lista
con i nomi di 70 "bersagli"
OSIMO – Un truffatore seriale bresciano 42enne con 16 procedimenti già a suo carico per lo stesso reato è stato smascherato da un nonnino osimano di 90 anni.
"Dobbiamo controllare il suo contatore" ha detto al 90enne, che era in casa con la moglie di 84 anni. Poco dopo il 42enne annuncia alla coppia di anziani che il contatore è guasto e quindi si rende necessario installare un rilevatore di fumo per evitare guai. "Dobbiamo proprio e quando costa?". E il truffatore giunto appositamente da Brescia, gli fa: "E’ obbligatorio per legge in questi casi, con 300 euro possiamo risolvere subito e glielo installo. Se non ha con sé i soldi può pagare col bancomat". Ad essere fasullo era il rilevatore di gas montato in casa e lo stesso tecnico. L’apparecchio è infatti di poco valore, non certo da 300 euro, e il contratto sottoscritto, che dava una garanzia di ben 20 anni, non riportava alcuna matrice, come invece previsto. Il 90enne chiama subito la polizia, che in pochi minuti giunge alla Misericordia. Il 90enne spiega tutto agli agenti che già da un paio di giorni sapevano di una presenza sospetta in zona dopo alcune segnalazioni sui social network. Colto in flagrante è scattato immediato l’arresto per truffa, aggravata dal fatto che nel mirino finivano anziani, i più vulnerabili. Dalla perquisizione gli agenti diretti dal commissario Giuseppe Todaro,  è emerso che il bresciano aveva una lista di circa 70 nominativi osimani. Probabilmente alcuni già entrati in contatto con lui, altri forse potenziali vittime da colpire, salvate dalla denuncia del nonnino eroe.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 20 Giugno 2018, 17:32 - Ultimo aggiornamento: 21-06-2018 10:52

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO