Insulti, minacce e sputi ai residenti, rissa sfiorata tra ragazzini ubriachi. Sul bus senza Green pass: 2 giovani multati

Lunedì 24 Gennaio 2022 di Giacomo Quattrini
I controlli interforze in piazza a Osimo

OSIMO - Controlli serrati sabato pomeriggio da parte delle forze dell’ordine. Prima ad Osimo Stazione, poi in centro storico, fin verso le 20, con un blitz in chiusura al mercato coperto. Una zona, questa, dove da tempo si segnalano situazioni borderline, tra vandalismi e bivacchi indiscriminati, ma anche sospetti di spaccio di droga tra giovanissimi e presenze che infastidiscono a volte i turisti che salgono dalle grotte del Cantinone in centro storico.

 
L’attività
Tuttavia, nel controllo dell’altro ieri gli agenti di polizia non hanno registrato criticità particolari nella zona del mercato coperto, anche lungo la scalinata e nei bagni pubblici. Hanno sì identificato un gruppetto di giovani sui 13-15 anni per disturbo della quiete pubblica, ma senza dover emettere sanzioni o deferimenti, neanche per mancato rispetto dei protocolli anti-Covid.

In precedenza, verso le 18-18,30, gli stessi agenti in servizio congiunto con carabinieri e polizia locale hanno svolto controlli al Maxiparcheggio, dove hanno atteso l’arrivo dei bus dalle città limitrofe dai quali solitamente il sabato pomeriggio scendono tanti giovani diretti nel centro di Osimo, sospettati di creare disagi e vandalismi.

Due di loro sono stati multati perché erano saliti sull’autobus senza il Green pass. La polizia locale, invece, in un posto di blocco ha effettuato una multa per assenza di revisione di un’auto, ma senza ulteriori segnalazioni. Nel primo pomeriggio i servizi congiunti si erano concentrati a Osimo Stazione, con sopralluoghi in diversi esercizi commerciali, in particolare centri estetici e parrucchierie, dove anche qui è ormai obbligatorio il Green pass.

Tutti comunque sono risultati in possesso della certificazione e non sono scattate multe. Insomma, i controlli congiunti predisposti dalla Questura come ogni sabato pomeriggio ormai da un paio di mesi sono filati via lisci, dopo aver identificato circa 200 persone e controllato una trentina di mezzi. I problemi maggiori sono sorti più tardi, dopo le 23, quando i bulletti in centro storico hanno approfittato del servizio straordinario terminato all’ora di cena e hanno ripreso, come spesso nei weekend, a fare baldoria in alcuni vicoli, come quelli Buon Villano, Niccoli e Compagnoni. 


Le segnalazioni 
Diversi residenti esasperati sono stati costretti a chiamare le forze dell’ordine e c’è chi, per la disperazione, è anche sceso in strada cercando di placare schiamazzi e bivacchi di almeno una quarantina di ragazzi. Ma per tutta risposta, tra sputi e insulti, hanno inveito contro l’uomo, costringendolo a desistere. Da qui, le solite scene di giovani ubriachi che per dispetto hanno urlato e urinato sotto le abitazioni. C’è stata anche un rissa sfiorata in corso Mazzini per la quale, verso mezzanotte, è dovuta intervenire una pattuglia dei carabinieri che ha identificato una decina di giovani, sui quali si sta approfondendo sui possibili profili di illegalità. La situazione per fortuna non è degenerata ma in alcuni assembramenti molti giovani erano senza mascherina, che sarebbe invece obbligatoria all’aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA