Niente ospedale dopo l’incidente. «Temo il virus, scelgo io dove farmi visitare»

Sabato 31 Ottobre 2020
Niente ospedale dopo l’incidente. «Temo il virus»

OSIMO -  Incidente in via d’Ancona ieri mattina intorno alle ore 10,45 di fronte alla concessionaria Renault salendo da San Biagio. Una Fiat Tipo condotta da F.R., 39enne di Potenza Picena, mentre procedeva su strada provinciale con direzione Osimo, ha iniziato la manovra di svolta a sinistra per accedere alla concessionaria. La Panda che lo seguiva nella marcia, a bordo della quale c’erano B.G. 33enne residente a Montefano ed il fratello B.M., si è fermata in attesa che la Tipo effettuasse la svolta ma è stata tamponata da dietro da una Opel Astra condotta da M.P., 25 enne molisano residente ad Osimo. 

 
L’urto ha fatto sì che la Panda scattasse in avanti ed andasse ad investire la Tipo. Sul posto due ambulanze della Croce Rossa di Osimo ed una della Croce Gialla di Camerano per soccorrere i feriti. Gli occupanti della Panda sono stati trasportati in codice verde al pronto soccorso dell’ospedale di Osimo mentre il conducente della Tipo, per il quale il 118 aveva deciso il ricovero all’ospedale di Torrette in codice giallo, ha rifiutato il trasporto per timore di contrarre il coronavirus, assicurando che si sarebbe recato con i propri mezzi al nosocomio osimano, che è notoriamente Covid-free per scelta dell’Inrca. Sul posto sono giunte due pattuglie della Polizia locale di Osimo che dopo aver aiutato nei soccorsi ai feriti hanno effettuato i rilievi di legge e gestito la viabilità, che per più di un’ora ha richiesto il senso unico alternato mandando in tilt il traffico, in particolare per chi saliva da San Biagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA