Osimo in lacrime per Matteo Riccetti, stroncato dalla malattia a soli 32 anni

Osimo in lacrime per Matteo Riccetti, stroncato dalla malattia a soli 32 anni
Osimo in lacrime per Matteo Riccetti, stroncato dalla malattia a soli 32 anni
di Giacomo Quattrini
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Dicembre 2023, 02:50 - Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio, 17:51

OSIMOMorire di un male incurabile a soli 32 anni. E’ il tragico destino che ha strappato alla vita Matteo Riccetti, osimano, deceduto venerdì sera in un reparto dell’ospedale di Jesi dove era ricoverato da tempo a causa di una malattia che lo tormentava.

Se ne è andato con grande dignità e nella discrezione che sempre ha caratterizzato la sua famiglia. Già colpita da un lutto terribile, 12 anni fa, quando morì la mamma di Matteo, sempre per un male. Tanti si sono stretti al dolore del papà di Matteo, Fabrizio, del fratello Michele e delle due nonne ancora in vita, Giuliana e Pierina. La famiglia Riccetti è originaria di Porto Recanati, dove lavora il padre come operaio. Dopo essere rimasto vedovo, papà Fabrizio ha vissuto con i due figli nella cittadina rivierasca perlopiù d’estate e a Osimo d’inverno, nella casa di via Montefanese, lungo la discesa che porta a Padiglione, poco prima della nuova rotatoria con via Linguetta. Matteo era conosciuto anche a Polverigi e Agugliano dove, fino a qualche anno fa, era solito uscire con un gruppo di amici. La malattia lo ha poi costretto a cure pesanti e ad allontanarsi dalle sue passioni, fino al drammatico epilogo di venerdì scorso. La camera ardente è allestita da ieri alla Casa funeraria Re in via Tigli, a Padiglione. Il funerale si terrà martedì prossimo alle 10 nella chiesa del San Caro, poi si proseguirà per il cimitero Maggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA