Dà una mano al figlio in azienda: cade dalla scala e batte la testa

Martedì 17 Marzo 2020
Dà una mano al figlio in azienda: cade dalla scala e batte la testa

OSIMO - Ha perso l’equilibrio ed è volato nel vuoto, forse per un malore, ma non sono ancora chiare le ragioni per cui un osimano di 71 anni è caduto da una scala, da un’altezza di circa tre metri, ed è precipitato a terra, battendo violentemente la testa. Per soccorrerlo, vista la gravità della situazione, si è alzata in volo l’eliambulanza dalla base di Torrette. Al Pronto soccorso il paziente è arrivato in codice rosso. Ora è ricoverato all’ospedale regionale l’operaio che ieri pomeriggio dava una mano al figlio all’interno di una ditta di San Biagio, specializzata nel settore della carpenteria metallica e della lavorazione del ferro e dell’acciaio inox. 

Erano le 17,30 quando dall’azienda è stato lanciato l’Sos alla centrale operativa del 118 che ha subito inviato sul posto l’eliambulanza, insieme all’ambulanza medicalizzata di Osimo. Sul luogo dell’incidente è intervenuta anche una pattuglia dai carabinieri di Osimo, coordinati dal comandante Luigi Ciccarelli. I militari sono al lavoro per ricostruire non tanto la dinamica, quanto le cause dell’infortunio. Da quanto si è potuto apprendere, il 71enne era salito su una scala per effettuare un’opera di saldatura quando, all’improvviso, è precipitato a terra da un’altezza di circa tre metri, sotto gli occhi degli altri operai presenti all’interno della ditta. Era cosciente, ma molto dolorante quando è stato soccorso dai colleghi e poi dal 118, dopo aver battuto la testa e la schiena. Una caduta rovinosa, le cui conseguenze verranno valutate dall’équipe medica dell’ospedale di Torrette dove ora è ricoverato. Per gli inquirenti, potrebbe essersi trattato di una distrazione, ma non è escluso che il 71enne possa aver perso l’equilibrio a seguito di un malore, mentre sono in corso accertamenti anche sulla solidità della scala. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA