Resta intrappolato nel furgone finito in acqua: salvato dai vigili del fuoco

Domenica 12 Dicembre 2021 di Giacomo Quattrii
Resta intrappolato nel furgone finito in acqua: salvato dai vigili del fuoco

OSIMO - Un uomo salvato nel furgone finito in acqua, due ponti chiusi e strade allagate dal fango per la carenza di regimazione delle acque da parte degli agricoltori. Il sindaco Pugnaloni ha annunciato ieri, con tanto di foto sui social, una serie di controlli sul rispetto del regolamento comunale di polizia rurale.

 

 

E’ l’esito di un sabato mattina molto complicato a Osimo, specie sul versante sud, tra Campocavallo e Casenuove.
«Linea dura nei prossimi giorni da parte della polizia locale, non possiamo permetterci –scrive il sindaco- di far pulire le strade da acqua e fango con fondi pubblici quando la competenza è dell’agricoltore. In alcuni terreni agricoli i fossi richiesti da legge risultano assenti o inadeguati. Questo comporta esondazioni e conseguenti disagi alla viabilità su strade comunali e provinciali». Protezione civile e polizia locale hanno rilevato in effetti alcune criticità ieri mattina. Per precauzione, visto il livello innalzato del fiume Musone, è stata chiusa la viabilità sul ponte di via Cagiata, vicino ai laghetti di Campocavallo, ma anche il ponte di competenza comunale sul Fiumicello in via Capanne, sempre lungo la ciclabile Girardengo. Altro sopralluogo in via Santa Paolina ma non è stato necessario prendere provvedimenti di emergenza. Paura in via Cagiata, dove un furgone che stava scendendo da Recanati è rimasto intrappolato tra il ponte chiuso e il fiume in esondazione. I vigili del fuoco hanno messo in salvo l’uomo che era alla guida. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA