Ciclista si accascia per un malore, il maresciallo dei carabinieri di passaggio lo salva con il massaggio cardiaco

Domenica 4 Luglio 2021 di Giacomo Quattrini
Il maresciallo Emiliano Gatta

OSIMO - Stava andando a lavoro alla stazione dei carabinieri di Filottrano quando, salendo da Passatempo lungo la provinciale che porta a Montoro, ha trovato a terra, a bordo strada, un ciclista semincosciente. Si è quindi fermato a prestargli soccorso, salvandogli praticamente la vita chiamando il 118 e praticandogli nel frattempo il massaggio cardiaco. L’uomo della provvidenza è il maresciallo ordinario Emiliano Gatta, 42 anni, residente a Osimo ma di stanza alla stazione dei carabinieri di Filottrano, che ricade sotto il coordinamento della Compagnia osimana. 

 

In viaggio

Si stava recando a lavoro ieri, verso le 7, e transitando lungo via di Filottrano, prima di arrivare a Montoro, si è accorto del ciclista accasciato a terra e che, in evidente difficoltà psicomotorie, stava chiedendo aiuto con un gesto della mano appena accennato. Il militare è intervenuto subito fermando la marcia della sua auto, avvicinandosi al ciclista, chiamando il 118 e informando anche la centrale operativa della Compagnia dei carabinieri di Osimo. Nel frattempo però le condizioni del ciclista, un 56enne di Monte Santo Vito, sono peggiorate in maniera repentina e, forse a causa di un arresto cardiaco, ha perso conoscenza. A questo punto il maresciallo Gatta ha iniziato a praticargli la manovra di rianimazione cardiopolmonare con massaggio cardiaco e ventilazione polmonare, senza fermarsi un attimo fino a che non è arrivata l’automedica dell’ospedale di Osimo. Durante questi frangenti drammatici, mentre il carabiniere cercava di salvare il ciclista a terra senza più sensi, si sono fermati ad aiutarlo anche due automobilisti che transitavano su via di Filottrano. Una volta arrivata l’ambulanza si è reso necessario usare, da parte dei sanitari, il defibrillatore per tentare di rianimare il 56enne. Caricato sul mezzo di soccorso e applicato il respiratore automatico, l’uomo è stato poi trasferito in condizioni critiche all’ospedale di Torrette, dove ora è in prognosi riservata. 
I controlli
Venerdì sera invece i carabinieri della stazione di Numana hanno svolto dei servizi di controllo straordinari lungo la riviera del Conero con l’ausilio di una squadra d’intervento operativo del VI Battaglione carabinieri Toscana di Firenze, che sta operando da giugno a supporto dell’Arma per prevenire assembramenti nei luoghi più sensibili e prevenire reati predatori e atti vandalici nei confronti soprattutto degli stabilimenti balneari. Durante i controlli, svolti nei punti nevralgici di Sirolo e Numana, comprese le zone pedonali, i carabinieri hanno identificato 24 persone e fermato 11 veicoli, elevando una sanzione per violazione al Codice della strada.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA