Osimo, lite per l'abero caduto:
minaccia il vicino con la motosega

Martedì 16 Luglio 2019 di Giacomo Quattrini

OSIMO - Una litigata furibonda con un 80enne che ha imbracciato una motosega per minacciare il vicino di casa e un blitz allo skatepark della Vescovara per alcuni controlli straordinari nei luoghi della movida giovanile. È stato un weekend intenso per il commissariato di polizia di Osimo.

Picchia e sequestra compagna poi aggredisce i poliziotti: arrestato

Venerdì sera, nell’ambito del dispositivo “Estate in blu” disposto dal Questore di Ancona Claudio Cracovia, gli agenti del commissariato hanno svolto dei controlli straordinari con l’aiuto del reparto anticrimine e prevenzione di Perugia. 
 
Oltre ad intensificare il monitoraggio nella Riviera del Conero come prassi ogni estate, i poliziotti hanno svolto sopralluoghi anche ad Osimo, perché se la zona costiera si riempie in questo periodo, l’entroterra che si svuota rischia invece di essere preda di malviventi e raid ladreschi. La task-force ha effettuato 12 posti di blocco in Valmusone, con 120 persone identificate, 65 veicoli controllati e due esercizi pubblici oggetti di sopralluoghi serali, uno a Numana e uno, appunto lo skatepark, a Osimo.
Qui gli agenti guidati dal vicequestore Giuseppe Todaro hanno controllato sia la struttura che i tanti giovani che stavano passando il venerdì sera in compagnia. Dalla verifica è emerso che i gestori hanno rispettato la legge che vieta di somministrare alcolici ai minorenni ed ora si stanno attendendo solo gli esiti sugli accertamenti amministrativi riguardanti l’attività di intrattenimento, che dunque al momento risulta regolarmente aperta e luogo di sano divertimento per la movida giovanile. 
L’altra operazione è invece scattata domenica sera verso le 18 in una stradina interna dell’Aspio, al confine tra i Comuni di Osimo e Ancona. Il maltempo dello scorso 9 luglio ha causato nella zona la caduta di diversi rami e anche il crollo di un grosso abete, che da giorni è adagiato pericolosamente sul cavo dell’alta tensione, che rischia di spezzarsi e creare ulteriori guai. Per questo un 50enne e la moglie hanno chiesto al vicino di casa, un 80enne proprietario di quell’albero crollato sui fili della corrente elettrica, di provvedere quanto prima a sistemare la situazione. 
L’anziano titolare del fondo agricolo danneggiato dalla tempesta perfetta di martedì scorso stava tra l’altro usando in quel momento una motosega proprio per tagliare alcuni rami ceduti e pulire la zona. La discussione però è degenerata tra i due vicini di casa, tanto che l’80enne avrebbe brandito la motosega per minacciare il 50enne. La litigata ha rischiato di finire in tragedia, ma il 50enne vistosi in pericolo ha reagito fermando con veemenza l’anziano. Spaventata dalla situazione, sua moglie ha chiamato la polizia di Osimo che è corsa subito in aiuto. Gli agenti del commissariato sono riusciti a placare gli animi prima che fosse troppo tardi ed hanno preso le identità dei presenti per ricostruire la dinamica dei fatti. Non c’è stata al momento una querela di parte per minacce e lesioni, ma le indagini sono comunque partite di ufficio vista la presenza di una motosega come potenziale arma offensiva. 
Dalla litigata in realtà ha avuto la peggio l’80enne nonostante l’arma impropria che aveva in mano, con alcune contusioni riportate nella colluttazione e per le quali si è dovuto poi recare al pronto soccorso di Osimo, dove i medici gli hanno prescritto qualche giorno di riposo. Gli agenti del commissariato osimano dovranno ora ascoltare eventuali testimoni prima di procedere a denuncia, fermo restando che i due vicini di casa risultano entrambi incensurati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA