Osimo, furgone ariete contro la sala
scommesse: banditi in fuga con le slot

Martedì 20 Novembre 2018 di Giacomo Quattrini
Osimo, furgone ariete contro la sala scommesse: banditi in fuga con le slot

OSIMO - Spaccata nel centro scommesse Goldbet di via Marco Polo, nell’omonima galleria commerciale poco dopo la rotatoria della Gironda all’ingresso nord della città. Erano le 3 e 09 di ieri quando il sistema di allarme della sala giochi è scattato. In pochi minuti, prima che sul posto arrivassero forze dell’ordine e titolari dell’attività, i ladri sono riusciti a sfondare la vetrata di ingresso.
Per farlo hanno usato un furgone rubato poco prima ad Osimo Stazione trasformato in una sorta di ariete in retromarcia per aprirsi il varco e quindi entrare nel punto scommesse. Una volta dentro sono riusciti a prendere di peso due slot machine e la macchina che serve a cambiare le banconote.
 
Per rendere ancor più complicate le indagini alle forze dell’ordine, i ladri hanno anche portato via il disco rigido del sistema di videosorveglianza del punto scommesse, quindi non sono disponibili le immagini delle registrazioni. Ecco perché dalle prime ricostruzioni dei carabinieri che hanno svolto i rilievi ieri notte i malviventi erano almeno quattro. Se non di più, visto che sono riusciti in pochissimi minuti a caricare nel furgone tre macchine pesanti e rubare anche il disco rigido della videosorveglianza. Per quanto riguarda il bottino non sono ancora stati svolti i calcoli precisi, come spiega Giacomo Gabbanelli, titolare della Goldbet di Osimo: «I soldi rubati non sono quantificabili perché ancora ce lo devono comunicare quelli delle macchine slot, noi non possiamo vederlo al momento».
Tuttavia si ipotizza dalla Golbet che dentro le slot ci fossero almeno 1.500 euro. Molti di più i danni provocati al locale, tra infissi rotti e vetrata sfondata e divelta dal furgone: circa 10mila euro. «Siamo aperti da più di un anno qui ad Osimo nella galleria Marco Polo ed è la prima volta che ci capita un furto, hanno colpito solo noi, gli altri negozi vicini no», ha raccontato ieri pomeriggio sconfortato Gabbanelli, intento con i colleghi a ripristinare il locale per non doverlo tenere chiuso troppo tempo e aumentare i danni all’attività. «Stiamo facendo di tutto per tornare operativi prima possibile. Dovremmo riuscire a riaprire subito», ha spiegato ieri il giovane osimano. Dunque per oggi la Goldbet tornerà regolarmente operativa, non solo come sala giochi, ma anche come luogo di ritrovo di tanti giovani che vanno per vedere eventi sportivi e non solo per commetterci. Sui social alcuni di loro ieri hanno espresso solidarietà ai titolari che da un anno hanno aperto la Goldbet in città. I carabinieri di Osimo indagano per capire se la banda sia scappata lungo l’autostrada o la statale Adriatica: il furgone carico delle slot machine è fuggito da via Marco Polo in direzione Osimo Stazione.
Per accertarsene potranno usufruire delle immagini della videosorveglianza pubblica piazzata dal Comune nella rotatoria della Gironda, che si trova a circa 150 metri dalla luogo della spaccata della notte tra domenica e lunedì. Non troppo distante, a neanche 2 km, dieci giorni fa i ladri avevano colpito l’area di servizio Q8 Easy di via Ancona, alle porte di San Biagio, forzando le colonnine del self service. Per aumentare la percezione di sicurezza in città l’assessore alla polizia locale Federica Gatto punta entro l’anno prossimo a implementare il sistema di videosorveglianza. Ai 20mila euro già inseriti a bilancio se ne aggiungeranno presto altrettanti per piazzare spycam anche nelle arterie che attraversano San Biagio, Osimo Stazione, Campocavallo e Passatempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA