Osimo, feriti nella lite in discoteca
Il giudice: innocente l’imprenditore

Lite in discoteca, due feriti
Ma l’imprenditore viene
assolto dal giudice
OSIMO - Lite in discoteca, imprenditore assolto. Per il giudice di pace di Ancona non sarebbe stato lui a colpire un ventiquattrenne. La vicenda risale al 17 maggio del 2015. Quella sera Alessandro Catena, imprenditore cinquantaduenne di Osimo che opera nel settore dell’edilizia e con trascorsi da allenatore di calcio, era andato insieme ad alcuni amici in discoteca. Nel corso della serata nel locale sarebbe scoppiata un’accesa discussione.

 Il pubblico ministero ritenendo l’imputato colpevole del reato contestato ne ha chiesto la condanna e, contestualmente, ha trasmesso gli atti alla Procura per valutare se procedere per calunnia nei confronti di alcuni testimoni che, secondo il pubblico ministero, avrebbero dichiarato il falso. Il giudice, al termine della camera di consiglio, ha emesso sentenza di assoluzione nei confronti dell’imprenditore con la formula «per non aver commesso il fatto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Gennaio 2018, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2018 09:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO