Richiami illegali
​Cacciatore denunciato

Richiami illegali ​Cacciatore denunciato
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Ottobre 2014, 22:12 - Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 19:51
OSIMO - Le Guardie Venatorie di Wwf e Legambiente hanno iniziato le loro attività di repressione del bracconaggio e della caccia illegale nei Comuni di Osimo e Loreto.

Il primo controllo ha subito dato i suoi frutti: il cacciatore controllato nascondeva nella tasca della propria giacca un richiamo elettromagnetico vietato, utilizzato per richiamare in maniera subdola e vigliacca la fauna selvatica che proprio in questi giorni sta attraversando il nostro paese per raggiungere il luogo di svernamento.



Oltre alla detenzione del richiamo elettromagnetico il cacciatore abbandonava a terra i bossoli delle cartucce utilizzate per abbattere due merli ed esercitava la caccia a meno di 40 metri da un'abitazione.



Sono stati immediatamente elevati i verbali di accertamento ed è stata contattata la Polizia Provinciale, che arrivata sul posto ha sequestrato il fucile, le cartucce, il richiamo vietato e la fauna abbattuta. Il cacciatore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e rischia ora un’ammenda fino a 1.500 euro.



Successivamente le guardie sono state attirate da un intenso fuoco di sbarramento indirizzato verso la fauna in migrazione proveniente da un appostamento fisso di caccia. A seguito di un accurato controllo, tutti e quattro gli occupanti dell'appostamento sono stati sanzionati per aver esercitato la caccia in maniera difforme alle norme vigenti.



Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO



© RIPRODUZIONE RISERVATA