La baby gang piomba sulla movida. Prima insulti e minacce a due ragazzini poi gli rubano anche i soldi in un locale

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Giacomo Quattrini
La baby gang piomba sulla movida. Prima insulti e minacce a due ragazzini poi gli rubano anche i soldi in un locale

OSIMO - La baby gang che questa estate ha creato disagi a più riprese a Marcelli è entrata in azione sabato sera nel centro storico di Osimo. Non sarebbe la prima volta. Solo che in questa circostanza sarebbero arrivati a infastidire degli adolescenti seduti in un locale tra corso Mazzini e piazza del Teatro, sottraendo cibo e il portafoglio dove c’erano 15 euro.

 

 

A rivelare la vicenda la mamma di una delle vittime, un ragazzino di neanche 14 anni, sconvolto dal branco che per diversi minuti ha preso di mira lui e il suo amico. Provocazioni, qualche insulto, poi il cibo sottratto dai piatti, infine il portafoglio rubato con la forza. Nelle vicinanze c’erano però i genitori dei due ragazzini vittime della baby gang, i quali visti i movimenti caotici vicino al locale, si sono avvicinati evitando il peggio. 
L’allarme
Il titolare del bar ha chiesto aiuto ai carabinieri, intervenuti con una pattuglia della locale stazione, ma i bulli si erano già dileguati. Al momento non c’è stata una denuncia: i genitori delle due vittime stanno riflettendo se farla o meno, visto che gli aggressori sarebbero tutti minorenni, coetanei dei loro figli e non vorrebbero metterli troppo nei guai. Ma è stata comunque aperta una indagine. I carabinieri vaglieranno la videosorveglianza per appurare che il racconto risponda al vero, che ci sia stato un furto del portafoglio con la forza, il che configurerebbe il reato di rapina. Stando alle prime indagini si tratterebbe della stessa gang formata da adolescenti per lo più di Castelfidardo che nei weekend vanno anche in trasferta a fare baldoria. Alcuni sono stranieri, di origine africana, altri residenti ad Ancona, ma tutti accomunati dalla voglia di evadere, dalla spregiudicatezza fornita dal branco. A Marcelli l’estate scorsa ne hanno combinate di tutti i colori: dai danneggiamenti all’arredo urbano ai furti di biciclette, dai dispetti verso automobilisti e centauri alle aggressioni non solo verbali a residenti e villeggianti fino ai vandalismi nei balneari. 
Le scorribande
Anche ad Osimo negli ultimi mesi i residenti del centro avevano segnalato la presenza di tanti giovani che abusano di alcol e droghe leggere, urinano o fanno sesso nei vicoli, manifestando aggressività verso chi li riprende per chiedere maggiore rispetto. E dire che proprio sabato sera, come disposto dall’assessore alla sicurezza Federica Gatto, una pattuglia della polizia locale ha fatto servizio straordinario in centro, ma evidentemente in quel momento, verso le 21, era in altro angolo del salotto cittadino. Informato dell’episodio, il sindaco Pugnaloni annuncia che «chiederò alle forze dell’ordine un maggior presidio nei weekend. La movida che si è riscoperta deve essere spassionata ma regolata, deve far divertire i giovani e non spaventarli con queste situazioni. Chiederò al Prefetto che si attivi con le forze dell’ordine per un maggior presidio notturno. Sono episodi sporadici, non è la routine, ma vanno lo stesso puniti i bulli del sabato sera, anche se minorenni, e vanno responsabilizzati i genitori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA