Osimo, «Se ti avvicini ti pugnalo»:
ladro in fuga incastrato dalle telecamere

«Se ti avvicini ti pugnalo»:
il ladro in fuga
incastrato dalle telecamere
OSIMO – E’ stato individuato grazie alle telecamere il marocchino che dieci giorni fa, dopo avergli razziato marsupio e cellulare dalla sua automobile parcheggiata vicino alla pista ciclabile di Campocavallo, aveva minacciato Federico Giuliodori, il noto organizzatore di eventi. I carabinieri della stazione di Osimo, nel corso di controlli mirati lungo le arterie principali della Valmusone, hanno denunciato a piede libero un cittadino marocchino di 36 anni in quanto ritenuto responsabile del reato di rapina impropria. Il ragazzo lo scorso 4 luglio, dopo aver infranto il vetro del finestrino, si era introdotto nella Volkswagen Tiguan di Giuliodori parcheggiata in via Cagiata. Dalla vettura il 36enne nordafricano aveva asportato il marsupio contenente alcuni effetti personali ed un telefono cellulare. Nella circostanza però Giuliodori, rientrando dalla corsetta lungo la pista ciclopedonale, notò l’uomo dentro la sua vettura e gli si avvicinò urlandogli contro, sfiorando anche una colluttazione. Il marocchino nella fuga gettò a terra cellulare e marsupio per far desistere Giuliodori, che nella rincorsa venne anche minacciato dal ladro: "Se ti avvicini ti pugnalo" .
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Luglio 2019, 16:20 - Ultimo aggiornamento: 15-07-2019 16:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO