Ladri di gasolio sorpresi e catturati
Fuggitivo preso dopo inseguimento

Ladri di gasolio sorpresi e catturati Fuggitivo preso dopo inseguimento
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 09:35

OSIMO - Tre ragazzi calabresi arrestati dai carabinieri per il furto di gasolio da un autocarro della Bartolini, il noto corriere con uno stabilimento vicino alla Statale 16, nella campagna tra San Biagio e Osimo Stazione. L’operazione è stata compiuta dai carabinieri della Compagnia di Osimo la notte tra lunedì e martedì, con il coinvolgimento di ben tre pattuglie e, successivamente, anche di una guardia giurata di una società privata e del Norm di Ancona, che ha dovuto inseguire uno dei tre ladri che stava cercando di scappare.

Erano circa le 3 quando una pattuglia dei carabinieri di Numana stava svolgendo un servizio di controllo preventivo finalizzato al contrasto di reati predatori ai danni delle zone industriali e residenziali che si sviluppano lungo la Statale Adriatica. Giunti Aspio e Osimo Stazione, hanno notato tre persone muoversi con fare sospetto vicino ad un autocarro in sosta della Bartolini. I militari si sono così avvicinati scoprendo che i tre stavano rubando il gasolio dal mezzo pesante usando un tubo di gomma flessibile per svuotare il serbatoio e riempire due taniche da 25 litri ognuna. I carabinieri sono riusciti a bloccare due ladri di 22 e 29 anni, sequestrando i 40 litri già prelevati. Mentre un terzo, di 33 anni, è riuscito a scappare usando una Fiat Punto rossa usata per arrivare a Osimo. Tutti e tre sono risultati originari e residenti in provincia di Reggio Calabria, disoccupati e incensurati, non malviventi professionisti.

Mentre i carabinieri di Numana, aiutati dai colleghi di Camerano e Offagna giunti sul posto, hanno arrestato e accompagnato i primi due nella stazione della cittadina rivierasca per le formalità di rito, il fuggitivo è stato rincorso da una guardia giurata dell’istituto di vigilanza privata Axitea, che si trovava in zona e che, però, non è riuscito a raggiungerlo. Il 33enne ha fatto perdere le tracce ma solo per poco, perché dalla caserma di Osimo erano già state diramate le ricerche e i colleghi del Norm di Ancona lo hanno intercettato mentre sfrecciava sull’asse attrezzato in direzione del capoluogo. Anche il terzo ladro è stato accompagnato alla stazione di Numana per essere dichiarato in arresto in flagranza di reato per furto aggravato in concorso. Il pubblico ministero di turno Andrea Laurino, ha disposto la custodia cautelare dei tre durante la notte nella caserma della Compagnia di Osimo in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta, con rito direttissimo, ieri in tarda mattinata. Il tribunale di Ancona, riunito in composizione monocratica, ha convalidato il triplice arresto e, su richiesta di patteggiamento avanzata dai tre calabresi, li ha condannati alla pena di 6 mesi e ad una multa di 200 euro ciascuno. I tre sono stati anche sottoposti al provvedimento di rientro nei propri comuni di residenza con Foglio di via obbligatorio e divieto di tornare a Osimo per tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA