Altro doppio colpo dei ladri acrobati: una zona sott’assedio, via alle ronde

Martedì 26 Novembre 2019
​Altro doppio colpo dei ladri acrobati: una zona sott’assedio, via alle ronde

OSIMO - Come in un “guardia e ladri” a distanza, a San Biagio tornano a colpire i topi d’appartamento. I banditi l’altra notte sono entrati quando la mezzanotte era passata da circa 40 minuti, in via Augusto Mancinelli, la traversa della salita che porta alla chiesa della frazione. I ladri acrobati si sono arrampicati sul balcone e poi sono entrati da una porta finestra. Hanno preso oro in due appartamenti, i proprietari non si sono accorti di niente. In un caso non erano nemmeno presenti in casa. Si allunga la scia di furti a San Biagio. E dire che appena qualche ora prima, domenica, c’era stata la chiamata a raccolta dei residenti di San Biagio per organizzare le ronde fai-da-te.

LEGGI ANCHE:

Emergenza furti, scattano le ronde: chiamata a raccolta su WhatsApp

Offagna da brividi, i ladri sono tornati: furti in due appartamenti

 
 
E ora dopo l’ennesimo squillo di paura, si accelera. L’appuntamento per i residenti è per giovedì sera nel salone delle Acli. L’incontro servirà proprio a organizzare le uscite notturne. Sarà l’occasione per fare il punto di ciò che è emerso nel corso del consiglio di quartiere incentrato sul tema della sicurezza, e poi si passerà alla fase operativa, a quello che sono in grado di fare i cittadini per alzare un argine al dilagare di furti in casa. La cronaca incalza, lo sgomento aumenta. Sabato 16 novembre l’apice dell’emergenza. È stata una notte thrilling con i carabinieri scattati a dare la caccia a una coppia di ladri, giovani, atletici, vestiti con tute da ginnastica nere, uno dei due con i capelli biondi e rasati, probabilmente dell’est Europa. 

Attorno alle 18 avevano colpito a San Biagio: avevano ripulito un appartamento in via San Giacomo della Marca, tentando di entrare in un altro, ma un inquilino si era accorto e li aveva messi in fuga. Poco dopo si erano spostati all’Aspio, in via Cittadini dove avevano tentato due blitz. Uno era riuscito, l’altro no. Erano entrati in un’abitazione al primo piano rialzato spaccando una finestra: in casa non c’era nessuno, avevano messo tutto a soqquadro anche se non avevano trovato granché da rubare. I rumori avevano insospettito i vicini. Un residente li aveva visti in faccia mentre saltavano dal terrazzo, in direzioni opposte. 

Intanto anche l’amministrazione comunale cerca soluzioni. Sono annunciate nuove spy-cam nelle zone interne di San Biagio e Aspio colpite dai furti a ripetizione e maggiori pattugliamenti serali dei vigili urbani. Queste le soluzioni che ha in mente l’assessore alla sicurezza Federica Gatto dopo la bagarre politica esplosa il giorno dopo l’ondata di furti sul versante nord di Osimo. Continua l’allarme rosso nelle quadrilatero Offagna- San Biagio-Aspio-Osimo Stazione, le più sensibili forse anche perché più vicine al casello autostradale, la principale via di fuga dei malviventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA