Altri furti, i ladri non fanno mai festa. Capodanno con il brivido: via i gioielli

Giovedì 2 Gennaio 2020
Altri furti, i ladri non fanno mai festa. Capodanno con il brivido: via i gioielli

OSIMO  - Non si placa l’ondata di furti in Valmusone. Il giorno dopo l’arresto della banda albanese da parte dei carabinieri di Osimo i ladri sono tornati a colpire in più zone. A finire nel mirino la notte di Capodanno sono state abitazioni a Santo Stefano, San Biagio, Campocavallo e Castelfidardo. 

Forse la stessa banda in parte arrestata dai militari lunedì scorso, visto che tre dei sei albanesi ritrovati nel covo di Porto Sant’Elpidio sono stati solo denunciati, o forse la matrice è diversa, considerando che negli ultimi mesi in alcuni dei furti era stata notata come un’Audi sospetta e non solo la Opel Corsa poi rintracciata e fermata dal Norm di Osimo l’altro giorno. Sta di fatto che, come temuto, la sera di Capodanno con molte abitazioni rimaste vuote per festeggiare l’arrivo del 2020 i malviventi sono tornati in azione. Come a Campocavallo, in via Carletti, dove i ladri sono entrati in una casa al piano terra: «Hanno rotto la persiana e il vetro della finestra della camera da letto –ha poi raccontato ieri il padrone di casa-, probabilmente con un trapano perché c’è un buco circolare nel doppio vetro. Mi hanno rubato solo due orologi, più che altro è il disordine che hanno fatto e la finestra rotta».

Forse sono stati messi in fuga da qualche rumore, dei vicini che rientravano probabilmente, perché i ladri hanno messo a soqquadro la camera e poi solo parzialmente la cucina, come se fossero scappati a metà dell’opera. Sul posto sono giunti i carabinieri di Osimo appena il titolare di casa rientrando ha trovato il caos in camera. «Hanno fatto delle foto alla finestra rotta e visto che era tardi mi hanno detto di andare oggi a fare la denuncia», ha raccontato ieri l’uomo. La stessa zona era finita nel mirino dei malviventi a inizio dicembre: «Un mese fa –continua- avevano provato ad entrare in un appartamento a fianco al mio ma qualcuno sopra al balcone si era accorto di alcuni movimenti ed era riuscito a farli scappare». Altri due colpi sono stati messi a segno a Santo Stefano: qui i ladri sono entrati in via San Valentino rubando oro e lasciando diversi danni in due abitazioni che erano vuote mentre in un’altra hanno solo tentato. 

LEGGI ANCHE:

I ladri non si fermano, altri tre furti. E cresce la paura tra i cittadini

Osimo, prigionieri in casa contro i furti. Iniziano i pattugliamenti notturni dei vigili

I residenti hanno poi raccontato che martedì pomeriggio giravano due strani uomini nella zona che suonavano alle porte presentandosi come venditori. Potrebbero essere gli stessi che ieri pomeriggio si aggiravano con fare sospetto guardando le abitazioni in via San Giacomo Della Marca. E sempre ieri è stata rubata a Campocavallo un’Audi A5, e altri raid sono stati segnalati in via Bandini. Anche San Biagio è tornata nella paura delle scorse settimane. Qui, dove la banda di albanesi arrestati avevano messo a soqquadro una dozzina di appartamenti a più riprese, i ladri hanno però solo tentato un furto in una abitazione in via Manzoni. All’interno c’era la padrona di casa che non era potuta uscita per il festone di Capodanno a causa dell’influenza. La donna ha avvertito i rumori dei ladri che stavano cercando di forzare la controfinestra e, urlando, li ha messi in fuga. Sul posto per i rilievi in questo caso gli agenti del commissariato di polizia. A Castelfidardo invece indagano i carabinieri sul colpo consumato in via Istra, in rione Sant’Agostino, dove i ladri sono entrati portando via dell’oro.

Nel pomeriggio del 31 erano entrati in srvizio due nuovi agenti della polizia locale, i sostituti commissari Daniele Buscarini e Filippo Laurora, entrambi under 40, il primo osimano figlio d’arte (il papà ha lavorato già nella Municipale cittadina) il secondo barese residente da anni ad Ancona. In pattuglia, i nuovi ufficiali hanno individuato e sequestrato un veicolo in circolazione privo di copertura assicurativa.

Ultimo aggiornamento: 19:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA