Addio Carnevali, il mondo dello sport è in lacrime

Giovedì 23 Luglio 2020
Addio Carnevali, il mondo dello sport è in lacrime

OSIMO  - Osimo Stazione piange Getulio Carnevali, personaggio storico nel mondo dello sport e in particolare della locale squadra di calcio. Se ne è andato a 73 anni dopo una lunga malattia che da qualche anno lo aveva costretto anche a lasciare l’Osimo Stazione Calcio, società di cui è stato grande tifoso ma soprattutto dirigente e allenatore. Getulio, che è stato dipendente di un’azienda di metalmeccanica, ha passato decenni dietro al calcio, ricoprendo tutti i ruoli. E’ stato arbitro fino alla Promozione ai tempi in cui non c’era l’Eccellenza, ad un passo dall’Interregionale. 
Ed era un direttore di gara stimato, tanto che un anno venne premiato come Fischietto d’Oro delle Marche. Poi ha ricoperto il ruolo di allenatore dell’Osimo Stazione quando era agli albori e militava in Terza categoria. Poi della Locomotiva divenne un dirigente insostituibile, perché era un tuttofare. In tanti lo ricordano mentre aiutava a montare la recinzione quando, negli anni Novanta, venne rifatto il campo sportivo Bernacchia con il primo manto sintetico delle Marche. O quando seguiva la squadra in sella alla sua mitica vespetta.

LEGGI ANCHE:

Incidente lungo la Variante: centauro dopo l'urto con un'auto finisce in un fosso nel punto tante volte teatro di tragedie

L’Osimo Stazione CD lo ha ricordato ieri sul proprio sito web come «figura storica, per anni custode del campo, si occupava di tutta la manutenzione. Durante l’alluvione si era dato molto da fare per risistemare il campo danneggiato, era sempre pronto ad aiutarci. Da qualche anno si era defilato per motivi di salute, ma lo ricordiamo ancora molto bene quando veniva in trasferta con la sua Vespetta a tifare». Il presidente del consiglio comunale Giorgio Campanari, di Osimo Stazione, si rivolge a Getulio sui social: «le persone che per tanti anni dedicano tempo alla propria comunità con passione, dedizione, lavoro e sacrificio non potranno mai essere dimenticate». Getulio lascia la moglie Rosanna e le figlie Cristiana e Sara. Funerali oggi alle 17 nella chiesa di Osimo Stazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA