Numana, rubarono 25mila euro
di attrezzi nella ditta: presi due rom

Rubarono 25mila euro
​di attrezzi nella ditta:
arrestati due rom
NUMANA - Era la sera del 28 agosto quando la banda rom fece irruzione in una torneria e rubò materiale e attrezzi da lavoro per un valore di 25mila euro. Le indagini condotte dai carabinieri di Numana, sotto il coordinamento del comandante Alfredo Russo, hanno permesso dopo 9 mesi di risalire a due degli autori del colpo: un 20enne (M.S. le iniziali) e un 30enne (J.S.) che ora si trovano rispettivamente nel carcere di Montacuto e di Padova con l’accusa di furto aggravato e ricettazione in concorso. Arrestati ieri mattina dai militari, in un residence di Porto Recanati e in un campo rom di Padova, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 6 maggio dal gip. Il furto avvenne in una ditta di Numana che opera nel settore della torneria automatica di minuteria su metalli ferrosi e non. La banda, composta da almeno quattro persone, forzando l’ingresso esterno, riuscì ad introdursi nell’azienda per rubare un carrello portautensili, cassette porta attrezzi e numerosi strumenti di lavoro e materiale in ottone. Due dei componenti della gang sono stati riconosciuti grazie alle immagini riprese dalla videosorveglianza della ditta.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Maggio 2019, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 15-05-2019 06:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO