Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La lite tra due ragazzi degenera mentre gli amici li incitano: uno dei due colpisce l'altro con la mazza da baseball

La lite tra due ragazzi degenera mentre gli amici li incitano: uno dei due colpisce l'altro con la mazza da baseball
La lite tra due ragazzi degenera mentre gli amici li incitano: uno dei due colpisce l'altro con la mazza da baseball
di Giacomo Quattrini
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Agosto 2021, 04:50 - Ultimo aggiornamento: 18:16

NUMANA - Una litigata per futili motivi, sicuramente alimentata dall’alcol, ha rotto il silenzio di Marcelli domenica sera, nella zona lungomare non distante dall’hotel Palace. A quanto pare due ragazzi sui 25 anni hanno iniziato a litigare e nel giro di pochi secondi sono passati dalle parole ai fatti. Oltre a spinte e calci, ad un certo punto uno dei due avrebbe colpito l’altro con una mazza da baseball, e con questa avrebbe sferrato un colpo al volto dell’altro, procurando una brutta ferita al labbro. 

Covid, nelle 120 positivi in 24 ore: ecco le tre province dove il virus corre di più. Nuovo balzo dei ricoveri/ Il trend dei contagi

Gli spettatori

Alla scena hanno assistito altri ragazzi, amici dei due, che anziché intervenire per placarli sono rimasti a osservare, a momenti anche incentivandoli a picchiarsi come fosse uno spettacolo, alimentando soprattutto uno dei ragazzi particolarmente su di giri a causa dell’alcol. 
Il racconto

Un papà di un dodicenne ha poi raccontato l’accaduto sul gruppo Facebook di Numana, rivelando che il figlio ha assistito alla scena, con il colpo sferrato con la mazza da baseball e il sangue a terra. Altri passanti e residenti si sono rivolti al centralino dei carabinieri che hanno inviato sul posto una pattuglia partita dalla caserma di Osimo, ma all’arrivo i ragazzi, compresi i due protagonisti della litigata in strada, si sono dileguati facendo disperdere le tracce. A quanto risulta, a ieri non era stata presentata alcuna querela di parte per lesioni e danneggiamenti scaturite dalla litigata sul lungomare. I ragazzi, anche vista l’età, non sarebbero collegabili agli episodi di vandalismo e baccano segnalati questa estate a Marcelli, specie a luglio. Ma la lite furibonda, con la mazza da baseball ha fatto montare un’onda di sdegno sui social. L’ennesima di questa estate, come dimostra un altro post nello stesso gruppo Facebook che, sempre ieri, segnalava un furto di bici. Una residente di via Venezia ha raccontato che nella notte tra il 14 e 15 agosto qualcuno è entrato nel giardino per rubare tre bici. Una è stata ritrovata il 16, abbandonata danneggiata a qualche centinaio di metri, mentre le altre, le cui foto sono state postate sui social, sono ancora disperse. «Sono giorni che le cerchiamo senza risultati, ma un pò’ di speranza rimane sempre, nel caso vi prego di segnalarcele». Al suo appello altre tre signore hanno denunciato tra i commenti episodi identici. Il sindaco Gianluigi Tombolini non ci sta però a far passare di Numana una immagine da farwest e, oltre a ricordare l’impegno del Comune nell’investire in videosorveglianza e quello della Prefettura nei pattugliamenti intensificati d’estate, lancia un appello: «Rivolgetevi sempre e in maniera immediata alle forze dell’ordine invece che limitarsi a segnalare gli episodi sui social, è fondamentale la collaborazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA