Movida sotto osservazione ad Ancona: irregolarità in due locali, in uno (recidivo) scatta la multa

Movida sotto osservazione ad Ancona: irregolarità in due locali, in uno (recidivo) scatta la multa
Movida sotto osservazione ad Ancona: irregolarità in due locali, in uno (recidivo) scatta la multa
3 Minuti di Lettura
Sabato 19 Novembre 2022, 14:25 - Ultimo aggiornamento: 14:30

ANCONA - Presenza di barriere architettoniche, aree ampliate abusivamente e utilizzo di spazi non idonei con dj set: movida sotto osservazione. La Polizia di Stato e Polizia Locale hanno controllato alcuni pubblici esercizi in piazza del Plebiscito per verificare il rispetto delle ordinanze comunali, circa gli orari di chiusura ed il rispetto del divieto di consumare al di fuori degli spazi di pertinenza dei locali. In un locale della piazza sono state accertate delle irregolarità relativamente al rispetto della normativa per l'abbattimento delle barriere architettoniche. La struttura non è stata ritenuta in regola, per cui seguirà una segnalazione al competente ufficio del Comune di Ancona che dovrà valutare se l’esercizio, in mancanza dei requisiti, possa proseguire l’attività al pubblico.

Locale recidivo

Controllato anche un locale in corso Stamira il cui titolare è risultato avere ampliato la propria area di somministrazione bevande senza autorizzazione ed utilizzato uno spazio non idoneo con dj set per diffondere musica. L’esercente, che era stato alcuni mesi fa già sanzionato per avere ampliato indebitamente l’area di somministrazione e diffidato dal Comune di Ancona, è stato per questo motivo contravvenzionato con una sanzione amministrativa di 300 euro. Il Suap dovrà conseguentemente valutare la sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande. Infine, in zona Baraccola è stato effettuato un controllo amministrativo in un Pub dove non venivano rilevate criticità. Identificati, alla fine, circa trenta giovani nelle zone della movida cittadina.

A Osimo locali in regola e movida nei limiti

Un venerdì sera tranquillo, complice anche il timore del maltempo, ma comunque di assoluto interesse per il costante presidio territoriale attuato a tutela della legalità e dell’ordine pubblico dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Osimo, che insieme ai militari della locale Compagnia Carabinieri e agli Agenti della Polizia Locale, hanno vigilato sulla tranquillità dei residenti grazie al servizio integrato di controllo del territorio disposto dal Questore della Provincia di Ancona Cesare Capocasa, al fine di arginare e contrastare ogni forma di criminalità, non solo se perpetrata da giovani e giovanissimi intenti a godersi la “movida”, ma soprattutto onde evitare che reati predatori o episodi violenti destino allarme sociale o vedano i propri autori impuniti.

Perlustrate con attenzione le vie e le piazze del centro storico: non avendo ravvisato nei noti luoghi di aggregazione di giovani assembramenti molesti o situazioni di degrado urbano, per la maggior parte legati al consumo di alcolici e di droghe, da tempo tenuti sotto controllo, hanno monitorato con attenzione e ripetutamente i vicoli di corso Mazzini, piazza Marconi, via Sacramento, piazza Duomo, il Mercato coperto, i giardini di piazza Nuova, via Lionetta, nonché le prime periferie cittadine. All’attento occhio dei tutori della legge non si sono evidenziate irregolarità di sorta, nemmeno nei 2 pubblici esercizi controllati, dove in totale sono stati identificate 82 persone, di cui 25 con pendenze penali non ostative alla permanenza a piede libero, posto nulla di anomalo è emerso neanche in relazione alle 3 sanzioni elevate per altrettante violazioni al codice della strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA