In lacrime per Giorgetti, il maestro è stato il primo Akela del gruppo scout Osimo1. Il sindaco: «Perdita per la città»

Lunedì 23 Novembre 2020 di Giacomo Quattrini
Gianpiero Giorgetti, maestro e capo scout del gruppo Osimo1

OSIMO - Osimo piange la morte di Gianpiero Giorgetti, che dopo una lunga malattia si è spento ieri mattina in un letto dell’Inrca di Ancona all’età di 92 anni. Giorgetti era conosciuto in città per essere stato maestro di intere generazioni di scolari della Bruno da Osimo, l’elementare del centro storico.

 

LEGGI ANCHE

Abbandona l'ospedale per tornare nella casa di riposo: un'infermiera la riconosce e la soccorre

 

Tra i primi negli Sessanta e Settanta ad usare le più moderne metodologie di insegnamento, rimanendo nel cuore di tanti alunni ma anche di colleghi e intere famiglie che lo hanno apprezzato per competenza e umanità. La sua passione si era fatta notare anche nell’impegno nel mondo dello scout, che ha praticato con l’amore per la natura e per la fede. A ricordarlo ieri sui social la sorella Rossana: «Ho il cuore colmo di dolore, con Gianpiero se ne va l’ultimo legame con la mia famiglia di origine. Con lui condividevo tanti affetti, tanti ricordi, tanti dolori e gioie. Avendo due anni più di me, è stato sempre una spalla a cui appoggiarmi, sempre capace di calmare le mie intemperanze». 

Il sindaco Simone Pugnaloni parla di «perdita notevole per la città. Il maestro Giorgetti ha insegnato alle elementari per intere generazioni. Un grandissimo educatore. È stato il primo Akela del gruppo scout Osimo1, tanti scoutisti sono stati educati da lui ai valori del vivere insieme». Anche il suo predecessore Stefano Simoncini lo ha voluto omaggiare con un post sui social nel quale ha ricordato che la famiglia Giorgetti venne insignita della civica benemerenza dall’allora amministrazione Latini: «Fu un grande educatore di giovani generazioni di osimani, sia per lavoro di maestro che – ricorda Simoncini - per servizio dedicandosi per lunghi anni al branco Osimo 1 come Akela, anche durante il servizio nel branco Osimo 2. Per questo lo voglio salutare con una frase del libro della giungla: ‘Salta Akela, Salta’». Giorgetti lascia la moglie Titina, la sorella Rossana e, tra i diversi nipoti, il noto avvocato e presidente di Dea Spa, Antonio Osimani. Funerali domani alle 15 al Duomo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA