Montemarciano, lo picchia e gli ruba
auto e borsello: trans condannato

Lo picchia e gli ruba
​auto e borsello:
trans condannato
di Federica Serfilippi
MONTEMARCIANO Si era fermato a una stazione di servizio di Marina di Montemarciano nel cuore della notte, l’ultimo giorno della sua vacanza marchigiana. In auto era salita all’improvviso una trans brasiliana che si trovava lì in attesa dell’arrivo di qualche cliente. Erano stati tutti vani, da parte dell’automobilista, i tentativi di mandare via l’ospite indesiderata. La reazione del rifiuto era stata violenta. Cazzotti, spinte e, alla fine, il furto dell’auto con all’interno il borsello della vittima. All’aggressione, oltre alla trans, aveva partecipato quello che gli investigatori hanno etichettato come il suo protettore, un connazionale di 24 anni.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 15 Maggio 2019, 05:25 - Ultimo aggiornamento: 05:25