L’assunzione dell’autista sfuma per due giorni, la beffa del conducente dii scuolabus

Venerdì 18 Settembre 2020
MONTEMARCIANO - Rischia di rimanere senza lavoro il conducente dello scuolabus comunale a cui non è stato rinnovato il contratto. Per tre anni è stato assunto con un contratto a tempo determinato. Il 2 ottobre avrebbe maturato il periodo necessario per essere assunto ma l’ultimo contratto scade il 30 settembre. Per due giorni insomma il Comune non ha alcun obbligo di assumerlo. Nel corso di questi tre anni, quando non guidava lo scuolabus, lavorava come operaio per l’ente. Si è sempre dato da fare quindi. Quest’anno il Comune ha deciso però per una maggiore praticità, dettata dalle problematiche del Covid, di appaltare il trasporto scolastico alla Conero servizi.

 
Per il 44enne quindi non c’è più lavoro. Gli hanno suggerito di licenziarsi dal Comune, perdendo quindi anche la disoccupazione, per andare a lavorare sempre a tempo determinato per la Conero servizi ma lui, sentendo di aver subito un’ingiustizia, si è rivolto ad un legale. «Abbiamo intrapreso un’azione legale – conferma l’avvocato Luciano Ripanti – volta, in questa fase, a trovare un accordo bonario con l’Amministrazione comunale, finalizzato ad ottenere l’assunzione del mio cliente che, da quanto ho avuto modo di apprendere dallo stesso ente, si è rivelato nel tempo un ottimo lavoratore». E’ consapevole il 44enne che non potrà tornare a guidare lo scuolabus. Il servizio è stato appaltato ad un esterno ma lui si accontenta anche di svolgere altre mansioni, come peraltro sta già facendo. «Per due giorni – racconta il 44enne – non avrò diritto all’assunzione.
L’ultimo rinnovo del contratto infatti scade il 30 settembre mentre il 2 ottobre avrei maturato i tre anni come dipendente a tempo determinato. Ci sono rimasto male e per questo mi sono rivolto ad un legale. Ho sempre lavorato con impegno, non ho mai preso un giorno di malattia e da ottobre sarò disoccupato».
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA