Assalto notturno dei ladri al bar: slot machine scassinate e fuga con le monetine

Lunedì 19 Ottobre 2020 di Bianca Vichi
Montemarciano, assalto notturno dei ladri al bar: slot machine scassinata e fuga con le monetine

MONTEMARCIANO - Furto nella notte al Bar La Marinella dove ignoti sono entrati per scassinare due slot machine. Qualcuno si è introdotto forzando una piccola finestra che si trova sul retro del locale, lontana quindi dal traffico della Statale di Marina.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, scendono i nuovi positivi delle Marche (98), ma crollano i tamponi e la percentuale si impenna/ La mappa del contagio

Scoperto magazzino della droga: arrestato con 7 chili di hashish nascosti in cucina

Il Bar La Marinella di piazza Magellano, si affaccia sulla Statale. Probabilmente qualcosa potrebbe aver disturbato il ladro o i ladri, non è chiaro ancora quanti siano stati. La cassa è stata ignorata. 
 
Chi è entrato si è diretto verso due macchinette, del tipo videolottery. Le ha spaccate fino ad aprirle per poi prelevare le monete contenute all’interno. Tra quelle presenti nella sala slot del bar solo due sono state scassinate. «Si è accorta una nostra dipendente – spiega la titolare del bar – ed ha chiamato subito i carabinieri che sono venuti a fare un sopralluogo. Non abbiamo idea di quanti soldi ci fossero all’interno perché se ne occupa il gestore, noi le teniamo solo nel bar». Per l’attività quindi il danno consiste solo nella piccola finestra forzata. «Avevamo già subito un furto due anni fa ma quella volta si era trattato di professionisti – conclude la titolare – ora sembra più l’azione di qualche disperato in cerca di spiccioli». Ad indagare saranno i carabinieri della Compagnia di Senigallia, di cui Montemarciano fa parte. Gli stessi che nei giorni scorsi hanno effettuato un altro sopralluogo per un distributore automatico scassinato nella bocciofila del Vivere Verde a Senigallia. Un colpo che ha fatto pensare ad un disperato in cerca di soldi ma tra i due episodi secondo i militari non dovrebbero esserci collegamenti. Oltre alla distanza tra i due luoghi presi di mira anche il modus operandi sembra diverso. A Senigallia hanno frugato anche nei cassetti in cerca di altri soldi mentre a Marina hanno preso di mira solo le slot machine. Entrambi i locali sono privi di un sistema d’allarme e ciò ha consentito ai malviventi di introdursi all’interno indisturbati per mettere a segno il colpo dal bottino contenuto. A Senigallia 70 euro mentre a Marina ancora in corso di stima ma comunque non ingente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA