Montemarciano, botte ai passanti
semina il panico sulla Statale

Giovedì 20 Giugno 2019
Aggredito anche un carabiniere

MONTEMARCIANO - Ubriaco e sotto gli effetti della cannabis, un 28enne di Sirolo ha seminato il panico nel tardo pomeriggio di martedì sulla Statale di Marina. Ha ferito un carabiniere e un ciclista, tentato di rapinare quest’ultimo, bloccato il traffico e aggredito passanti dopo aver creato scompiglio in un negozio. Poco prima delle 20 il giovane, si è schiantato contro il muretto che delimita il parcheggio di un ristorante, rompendo il semiasse della ruota. È sceso e si è diretto verso un negozio di abbigliamento. Ha chiesto una sigaretta ma la commessa ha risposto che non ce l’aveva. Con uno scatto fulmineo è saltato oltre al bancone, per poi iniziare a frugare nei cassetti. La commessa ha urlato che avrebbe chiamato i carabinieri, cosa che poi ha fatto. Nel frattempo il 28enne è uscito. Ha insultato due bambini e ha raggiunto la Statale dove si trovava a passare in bicicletta Simone Saia, titolare del locale MyClub di Pesaro. «Ha provato a rubarmi la bicicletta – racconta -, l’ho allontanato e lui ha iniziato a fermare le macchine in mezzo alla strada. Aggrediva la gente, gli anziani, gli automobilisti. Ha bloccato il traffico, sembrava il Far west. A quel punto, siccome nessuno faceva niente, ho provato a fermarlo. Mi ha dato un pugno ma sono riuscito ad immobilizzarlo fino all’arrivo dei carabinieri».  Quando sono arrivati i carabinieri di Marzocca si è scagliato anche contro di loro. In ospedale sono finiti Simone Saia e un militare. Anche il 28enne, è stato scortato in ospedale e trasferito in Psichiatria. Ora il pm dovrà decidere sull'arresto.
 

Ultimo aggiornamento: 07:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA