Spaccata al bar appena inaugurato, i ladri scappano con soldi e sigarette. I due malviventi inquadrati dalle telecamere

Sabato 7 Maggio 2022 di Talita Frezzi
Il Bar Mirage di Monte San Vito

ANCONA - Appena inaugurato e già nel mirino dei ladri. Si tratta del “Bar Tabaccheria Mirage” di via Piane del Cardinale, nella frazione Le Cozze di Monte San Vito, visitato la notte scorsa da due banditi a volto coperto scappati con soldi e sigarette. I ladri sono entrati in azione tra giovedì e ieri, verso le 4,45.  

 
Hanno oltrepassato il cancelletto basso che delimita l’area gazebo a lato della palazzina al civico 44 che ospita l’attività commerciale. Poi hanno divelto a calci una porta-finestra: hanno scagliato calci così forti da far uscire il doppio vetro dall’infisso senza spaccarlo. Poi, una volta entrati nel locale, hanno arraffato il contenuto dei due ricevitori di cassa - quello lato bar e quello lato ricevitoria - e arraffato stecche di sigarette e pacchetti singoli, per un valore di 7.000 euro coperto comunque da assicurazione. Hanno caricato le sigarette entrando e uscendo due volte dal bar e la seconda volta si erano tolti il cappuccio, sicuri di avercela fatta. Non si erano accorti, sulle prime, della telecamera che li puntava e solo in un secondo momento, quando l’hanno vista, l’hanno spaccata. Tuttavia i filmati avevano registrato l’azione criminosa e sono stati consegnati ai carabinieri della Compagnia di Jesi, che hanno avviato le indagini.

«Da come ho potuto vedere nel filmato delle telecamere erano due ragazzi piuttosto giovani – dice Erika Concettoni, una dei due soci – direi tra i 20 e i 30 anni, alti, snelli ma comunque forti per abbattere il doppio vetro della porta. Secondo me, stranieri. Non li avevo mai visti qui al bar, anche se di gente ne viene e ne passa tanta, anche perché siamo vicinissimi all’ospedale». Un’azione durata pochi minuti, ma il baccano ha svegliato i residenti della palazzina che prontamente (e per questo va loro un grande plauso) hanno allertato il numero unico di emergenza 112. I carabinieri sono arrivati subito e hanno avviato le ricerche. Sembra che i ladri si siano allontanati a bordo di una vettura, almeno così avrebbero riferito alcuni testimoni. 


Questo per i giovani titolari del “Mirage” è il terzo furto in 11 anni di attività. «Siamo sconcertati – continua Erika – prima quando avevamo solo il bar nella metà di questo locale, sono venuti due volte nel 2016 e nel 2019. La prima volta, hanno preso le slot machine e le hanno caricate su un camion. Nel 2019 invece, le hanno legate a un mezzo e trascinate fuori, nel piazzale qui davanti, spaccando tutta la vetrata anteriore. Danni ingentissimi, uno choc per noi. Adesso che con tanti sacrifici siamo riusciti ad abbattere il muro divisorio dei due locali (dopo che la ex titolare della tabaccheria ha ceduto la licenza a febbraio, ndr) e renderne uno unico in cui i clienti possono trovare sia bar che tabaccheria, a sole tre settimane dal taglio del nastro quest’altra visita dei ladri. Che sfortuna – conclude - meno male che almeno stavolta i danni sono limitati alla porta-finestra e a quella telecamera che hanno rotto». 


Nessun sospetto da parte dei titolari, che hanno dichiarato di non aver mai ricevuto minacce o intimidazioni. Intanto hanno sporto denuncia ai carabinieri e messo a loro disposizione i filmati delle telecamere. Ieri pomeriggio, al bar è arrivata la solidarietà di tutta l’affezionata clientela che si è stretta ai titolari e alle dipendenti. 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA