Si boccheggia, sarà bollino rosso. Ferragosto bollente con picchi di 36 gradi. In provincia massimo livello di allerta della Protezione civile

Sabato 14 Agosto 2021 di Federica Serfilippi
Si boccheggia, sarà bollino rosso. Ferragosto bollente con picchi di 36 gradi. In provincia massimo livello di allerta della Protezione civile

ANCONA Ferragosto sarà una delle giornate più calde dell’estate, con la temperatura che schizzerà anche sopra i 35 gradi nelle ore più assolate. Da oggi e per il weekend, Ancona sarà da bollino rosso, il massimo livello di allerta previsto dalla Protezione Civile. Scatta quando le condizioni metereologiche a rischio persistono per più di tre giorni consecutivi. Arco di tempo superato nel corso della settimana, quando la provincia (ma anche gran parte dell’Italia) è stata travolta dall’anticiclone africano, detto Lucifero, giusto per far capire la porta “infernale” del caldo. 

 

 
I servizi Con il bollino rosso (presente a Ferragosto in altre 15 città italiane), verranno messi in allerta i servizi sociali e sanitari affinché siano pronti a portare assistenza ai cittadini con difficoltà, soprattutto le persone anziane o quelle affette da patologie cardiorespiratorie. Con le temperature di questa settimana, infatti, non sono stati rari i malori, le chiamate al 118 e gli ingressi al pronto soccorso. Fin dall’inizio dell’estate, il Comune di Ancona ha attivato un numero di sostegno per le persone che dovessero aver bisogno di assistenza. Alla Residenza comunale per anziani “Benincasa” è attivo un numero telefonico 071/54488 (7 giorni su 7 dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 18) per fornire informazioni alla cittadinanza sui servizi disponibili e sulle cautele da adottare per sopportare il caldo. Sono inoltre disponibili condizionatori portatili per le situazioni di particolare criticità relative ad anziani non autosufficienti e indigenti, che ne facciano richiesta. 
Ieri, giornata da bollino arancione come quella di oggi, la Protezione civile marchigiana parlava della «persistenza dell’anticiclone subtropicale sul Mediterraneo che continuerà a garantire condizioni di tempo stabile anche sulle Marche fino alla giornata di lunedì, con temperature in ulteriore graduale aumento». Da oggi e fino a dopodomani, dunque, le condizioni metereologiche saranno stabili, con il cielo sereno o poco nuvoloso e il mare calmo o poco mosso. Poi, l’intensità del caldo dovrebbe essere spazzata via a partire da martedì. Si dovrebbe tornare a respirare e non a boccheggiare, cercando un minimo di refrigerio.
Su tutta la regione, inoltre, la Protezione Civile ha previsto una “pericolosità” media per gli incendi boschivi, con una tendenza in aumento per la giornata di lunedì. Pericolo ribadito anche dall’ordinanza firmata ieri mattina dal sindaco di Ancona Valeria Mancinelli che ha vietato, a causa delle particolari condizioni metereologiche, di accendere fuochi, fuochi d’artificio o lanciare in aria, per esempio, le lanterne cinesi che tanto piacciono a Ferragosto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA