Venduto Maverick, secondo explorer yacht firmato Cantiere delle Marche

Mercoledì 25 Novembre 2020
Il Flexplorer 142, battezzato Maverick, realizzato da Cantiere delle Marche

ANCONA - Altro colpo grosso firmato Cantiere delle Marche, leader mondiale nel mercato degli yacht dislocanti in acciaio e alluminio. Il cantiere dorico ha annunciato la vendita del Flexplorer 142 a un armatore tedesco, giovane e esperto, che ama trascorrere lunghe vacanze in barca con la sua famiglia. È il secondo yacht della serie Flexplorer ad essere venduto. Aurelia, Flexplorer 130, prima unità della serie, era stata già varata e consegnata al suo armatore.


Il Flexplorer 142, battezzato Maverick, è un vero explorer yacht con un robusto scafo dislocante progettato da Hydro Tec che ha disegnato anche gli esterni, mentre gli interni sono di Francesco Paszkowski e Margherita Casprini. Tra le caratteristiche peculiari spiccano l’immenso pozzetto, il layout asimmetrico del salone, la potente gru A-frame e una grande piscina a sfioro. Due motori MTU 10V2000M72 da 900kW e serbatoi da 60.000 litri di carburante consentono una velocità massima di 14 nodi e un’autonomia di 5.000 miglia nautiche a 10 nodi.

Il già robusto scafo di Maverick è stato ulteriormente rinforzato con una ice-belt 400mm sopra e sotto la linea di galleggiamento per poter navigare alle latitudini più estreme. Il layout comprende quattro suite ospiti sul Lower deck e due cabine armatoriali, una sul Main deck e una sull’Upper deck, adiacente a una cabina singola. Un equipaggio di sei membri si occuperà del governo dello yacht e del benessere degli ospiti.

«Siamo molto orgogliosi della firma di questo contratto portato a buon fine nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Grazie all’eccellente rapporto che si è instaurato con l’armatore, siamo stati in grado di definire nel dettaglio il layout, lo stile degli interni, la motorizzazione e molti altri elementi, oltre alla data di consegna», dice Vasco Buonpensiere, Sales Director del cantiere.